Lago Patria, bambina di 13 anni si ribalta con il pedalò e muore dopo tre giorni di agonia

NAPOLI – Tragedia a Lago Patria. Una bambina di 13 anni è morta ieri sera all’ospedale Santobono di Napoli dopo tre giorni di agonia in seguito ad un incidente con il pedalò.

La bambina è stata vittima di un ribaltamento alla foce del Lago Patria, dove si trovava in compagnia di cinque famigliari. Il pedalò sembrerebbe essersi ribaltato facendo cadere in acqua tutte e cinque le persone. La bambina, trascinata dalla forte corrente, ha rischiato di affogare.

La 13enne è stata messa in salvo da un bagnino che si trovava sulla riva del lago che le praticato alcune manovre di rianimazione, dato che la piccola aveva perso i sensi. Poco dopo è giunta l’ambulanza che ha trasportato la 13enne al Pronto Soccorso della Clinica Pineta Grande di Castel Volturno.

A causa delle sue critiche condizioni, la bambina è stata trasportata d’urgenza al Santobono di Napoli, ospedale specializzato in pediatria. Qui la 13enne è morta nella serata di ieri, dopo tre giorni di agonia.

Si ignorano ancora le cause dell’incidente. Sulla dinamica del ribaltamento del pedalò a Lago Patria sono in corso le indagini della Capitaneria di Porto di Castel Volturno e della Capitaneria di Porto di Pozzuoli.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più