Ristoratore contro l’ordinanza di De Luca: “Io devo stare a casa e non posso lavorare, invece le discoteche sono piene”

Coronavirus- quarantena per chi rientra dall’estero e discoteche piene. Il Presidente della Campania De Luca è stato molto apprezzato in questi mesi di emergenza sia dagli addetti ai lavori che dai cittadini. E’ vero però che anche i “nemici” non sono mancati.

L’ultima decisione che ha fatto scatenare un po’ di polemiche, si tratta dell’ordinanza firmata ieri riguardo l’obbligo di tampone e quarantena per chi rientra dalle vacanze all’estero. Questo è uno degli argomenti più discussi poiché la maggior parte dei nuovi contagi in Campania arrivano proprio da persone rientrate dalle vacanze. Ed esattamente per questo che De Luca ha deciso test obbligatori per tutti.

La cosa che però ha fatto infuriare alcune persone, è la libertà che si sta dando a locali e discoteche di poter fare serata con persone ammassate, senza il minimo rispetto né delle norme di distanziamento, né tanto meno munite di mascherine.

Proprio su questa questione, un noto ristoratore campano, Vincenzo Falcone – molto attivo sui social – ha voluto lanciare una frecciatina a De Luca. Tornato stamattina dalla Grecia – era stato 3 giorni per lavoro – deve obbligatoriamente restare in isolamento finché non avrà l’esito del tampone.

Il messaggio di Vincenzo Falcone non è per niente velato e fa capire bene i controsensi che in queste settimane vediamo nel nostro paese. Ecco il messaggio scritto sul proprio profilo instagram:

La cosa che mi fa davvero arrabbiare è non poter andare a lavorare. Ho scelto di andare in Grecia per lavoro proprio perché si poteva, perché lo Stato e la Campania me lo hanno concesso. Dovevate chiudere i confini e non fare le solite “pinzellacchere” come diceva Totò. 

E mentre io sono a casa, in tutta Italia si balla nelle discoteche ammassati, tra italiani e turisti stranieri. Qualcosa non torna. Qui qualcuno sta facendo terrorismo psicologico per accalappiarsi i voti dei più deboli. Ma in realtà si sta facendo solo un clamoroso autogol!

Nella storia successiva Vincenzo Falcone pubblica un video di una discoteca in un’isola Napoletana piena di gente, proprio a ribadire il suo concetto: ” Ieri su un’isola Napoletana. Però io sono stato all’estero e devo fare la quarantena e non posso lavorare. Tutto ok“.

Potrebbe anche interessarti