Il “re dello zucchero” è del sud, batte i francesi e diventa il migliore al mondo

Per la prima volta nella storia è un italiano, o meglio un meridionale Davide Malizia a vincere il “Sucre d’Or”, una gara francese che premia il migliore artista al mondo nella lavorazione dello zucchero.

Sucre d’Or è un concorso internazionale che si svolge ogni dieci anni ed è nato nel 1997 per volontà della Déco Relief, azienda di Talant che produce materiale per l’alta pasticceria. Le altre edizioni si sono sempre svolte in Francia ma quest’anno la sede è stata Roma.

Davide Malizia è un maestro pasticciere di origine siciliana di 36 anni che vive a Roma, dove ha fondato la Aromacademy. Vince il prestigioso riconoscimento dopo altri due grandi nomi della pasticceria francese: Gabriel Paillasson e Stéphane Klein.

Nelle motivazioni del premio si legge che “seguendo per diversi anni le creazioni del maestro Malizia è stato inevitabile notare la sua grandiosa evoluzione oltre che a sua tecnica. La sua prestigiosa Aromacademy, fondata nel 2015 a Roma, è la prova del suo duro lavoro, del suo amore per la professione e della sua voglia di trasmettere il suo know-how“. “Davide Malizia rappresenterà l’eccellenza italiana in Francia, accompagnato da team Déco-Relief. Al riguardo verrà sviluppata una nuova gamma di prodotti nata da questa collaborazione“.

Un grazie di cuore a chi ci ha sostenuto, supportato e a chi si è unito – personalmente o virtualmente – al nostro grande momento di celebrazione“, scrive Davide sulla pagina Facebook dell’accademia.

Emozione, commozione, orgoglio: è Davide Malizia lo “Sucre d’Or 2020”, il Miglior Artista al mondo dello zucchero. Un…

Pubblicato da Aromacademy di Davide Malizia su Lunedì 7 settembre 2020

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più