Napoli, covid nella Polizia Municipale: 14 vigili positivi e 150 in quarantena

covid polizia municipale
Foto fb Luigi Petroli

Dei 1360 cittadini attualmente positivi al covid-19 a Napoli, 14 fanno parte delle Forze dell’Ordine. Sarebbero infatti oltre una decina i poliziotti risultati contagiati. I colleghi del reparto e alcuni dipendenti comunali, oltre 150 persone, sono quindi finite in quarantena anche se risultate negative al tampone.

Lo racconta ‘Il Mattino’, che ricostruisce anche la catena dei contatti dei positivi. Il 7 settembre il primo caso, un vigile in ferie comunica la sua positività. L’agente non era in servizio da giorni e i colleghi della sezione San Lorenzo in Via Cesare Rosaroll, non sono quindi preoccupati. Due giorni dopo viene loro offerta la possibilità di sottoporsi al tampone. In 17 accettano e si sottopongono al test naso-faringeo ma, sempre secondo ‘Il Mattino’, dopo l’esame si recano lo stesso a lavoro senza aspettare l’esito del tampone.

La sera arriva il responso: 5 su 17 sono positivi. I cinque vigili avevano lavorato con altri colleghi ed erano stati anche in strada a contatto con la gente. La sezione di San Lorenzo infatti è la più grande della città e si occupa di garantire la sicurezza in una vasta zona, tra Piazza Garibaldi e il Centro Storico. Ieri poi vengono comunicati dall’Asl gli altri 8 casi di vigili positivi al covid che fanno aumentare per il momento il totale a 14. All’origine del contagio ci sarebbe stata una festa tra colleghi. Secondo il quotidiano napoletano, durante la tavolata non si sarebbero rispettate le distanze e adottate le giuste precauzioni:

“Una tavolata immensa e allegra contatti stretti, mascherine assenti”.

I 150 vigili e alcuni dipendenti comunali che lavorano nell’edificio della sezione San Lorenzo, anche se sono risultati negativi al tampone, dovranno restare a casa per due settimane a scopo precauzionale. Poi verrà ripetuto il test e solo successivamente potranno ritornare in servizio.

Potrebbe anche interessarti