Coronavirus, scoppia un focolaio a Cervinara: tra i positivi anche il neo-sindaco

Desta preoccupazione la situazione Coronavirus a Cervinara, in provincia di Avellino. Attualmente sono ben 33 i casi di positività al Coronavirus. Questi comprendono anche il sindaco, Caterina Lengua, come comunicato da lei stessa.

Qualche giorno fa, infatti, scriveva: “Cari concittadini, come sicuramente avrete saputo, sono risultata positiva al Covid-19. La campagna elettorale mi ha portata ad incontrare diverse persone, alcune delle quali erano evidentemente asintomatiche. Sono tranquilla, in buone condizioni di salute e sto osservando l’isolamento domiciliare.”

Il piccolo paese irpino è stato colpito dall’incremento di contagi che sta interessando tutta la Campania, cosa che ha spinto il primo cittadino ad intervenire nuovamente: “Al momento i positivi accertati dall’Asl rimangono 33. Restano da verificare 7 persone che hanno fatto il tampone in laboratorio privato a cui si sono aggiunte nel pomeriggio altre 6 persone, parimenti esaminate in un laboratorio.”

“Costoro verranno sottoposti a tampone domiciliare da parte dell’Asl e solo in quel momento verrà certificata la loro eventuale positività. Nel contempo, vi informo che, da un colloquio telefonico avuto nel pomeriggio con il Direttore dell’Asl, è emerso che l’epidemiologo consulente del Presidente De Luca non ritiene sussistano al momento le condizioni per dichiarare Cervinara zona rossa.”

Una risposta, questa, probabilmente rivolta al sindaco Clemente Mastella, che tramite nota aveva invitato i cittadini di Cervinara a non recarsi a lavoro a Benevento. Ciò, a detta della Lengua: “Sul falso presupposto che siano tutti presunti positivi al Covid-19. Il potere di limitare il diritto di spostamento dei cittadini tra i territori non spetta a noi ma unicamente alla Regione.”

Il sindaco, intanto, rassicura i cittadini: la situazione Coronavirus a Cervinara potrà essere risolta al meglio se tutti continueranno ad agire con responsabilità.

Potrebbe anche interessarti