Nuovo dpcm, Carpisa solidale con gli altri commercianti: “Anche noi oggi chiudiamo alle 18”

carpisa dpcm

Il nuovo dpcm di Conte ha imposto la chiusura alle 18 per tutta una serie di attività tra cui bar, ristoranti, gelaterie e vinerie. Molti commercianti di Napoli e di tutta la Campania in questi giorni hanno espresso solidarietà nei confronti dei colleghi. Tanti anche i gesti concreti come le acconciature gratis per chi fa parte di questo settore danneggiato dalle nuove chiusure.

Ora un grande brand napoletano, Carpisa e Yamamay, ha deciso di chiudere tutti i suoi negozi oggi alle 18. Oltre 300 punti vendita sparsi in tutta Italia. Come spiegato da Gianluigi Cimminio, CEO di Pianoforte Holding:

“La chiusura alle 18 è un tentativo di spaccare il fronte dei lavoratori, metterli l’uno contro l’altro. È un tentativo che non riuscirà. Questo che abbiamo fatto è un gesto di solidarietà e fratellanza ma anche la presa d’atto che la decisione del governo non è altro se non un coprifuoco mascherato”. 

Sulle vetrine dei negozi (quella della foto è di Carpisa di via Luca Giordano a Napoli) è così comparsa una scritta con la chiusura anticipata alle 18:

“Oggi chiusura alle 18, in segno di solidarietà verso tutte le attività commerciali fermate dal dpcm del 25/10/2020”

Anche oggi la protesta dei commercianti è continuata sotto il Palazzo della Regione con tavole apparecchiate sul marciapiede e un messaggio netto e chiaro: “Siamo a terra”. Nei giorni scorsi erano scesi in piazza anche i barman e i tassisti, tutti contrari alle nuove chiusure che mettono in ginocchio diversi settori.

Potrebbe anche interessarti