Gino Rivieccio guarisce dal Covid: “Questo virus è fetente, non abbassate la guardia, è cattivo”

Gino RivieccioBuone notizie per l’attore Gino Rivieccio, guarito dal covid. Sulla sua pagina Facebook l’artista posta un video rivolto alle persone che gli sono state vicino, “Sono negativo”. Poche settimane fa era risultato positivo al coronavirus e tutti gli impegni furono annullati. Insieme a lui tanti altri personaggi dello spettacolo sono risultati positivi com Carlo Conte.

“Questo virus è fetente. Non abbassate la guardia, è cattivo, subdolo. Ho capito che attacca dove le difese immunitarie sono basse. Io sono stato molto attento in questi mesi, ma il virus ha beccato anche me”. Queste le parole che riserva al ‘temutissimo nemico’. Sì, non abbassare la guardia deve essere un pensiero costante, c’è chi ironizza sul virus, altri la prendono alla leggera. Purtroppo è una cosa seria, non si scherza e sono tante le testimonianze di persone positive nei letti di ospedale. “Non state a sentire a chi dice che è una semplice influenza, non è vero”. No, non lo è. All’apparenza potrebbe sembrarlo ma i dati in continuo aumento e le condizioni dei positivi testimoniano che non lo è.

Un ringraziamento va al personale dell’ospedale Cotugno che si è preso cura di lui come di tante altre centinaia e migliaia di persone. Un lavoro eccellente che i medici e gli infermieri stanno svolgendo da mesi merita tutto il nostro rispetto. Durissimo ma carico di soddisfazioni, come questa: “Il Cotugno è un’eccellenza della sanità Campania” dice. Tanti sono i nomi dei sanitari che l’attore cita, ringraziandoli.

“Questo virus non guarda la carta di identità, ho visto arrivare gente di 30 anni, 40 anni”, può colpire quindi tutti indistintamente purtroppo. Questa la testimonianza di un uomo che ha vissuto in prima persona quanto può essere devastante e pericoloso. “Bisogna portare la mascherina quella omologata e bisogna evitare contati inutili, uscite inutili perchè il virus c’è e fa male”. Ascoltatele le sue parole, non è allarmismo come molti pensano, ma lo sfondo di quello che accade intorno a noi.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più