Ospedale del Mare, pugni in pieno volto a un infermiere: visiera spaccata, punti di sutura e uno shock che non passa

infermiere ospedale mare aggreditoUn infermiere dell’Ospedale del Mare è stato aggredito mentre prestava servizio, riportando gravi ferite. A renderlo noto è l’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate” attraverso un post su Facebook.

Questo il racconto: “Questa notte rendicontiamo l’ennesima aggressione ai danni di un infermiere presso il nosocomio partenopeo sito in Ponticelli, l’Ospedale del Mare. Due cazzotti in pieno volto spaccano la visiera, che in questo periodo serve a proteggerci dal Covid. Due punti di sutura e uno shock che non passa. Questo è il bilancio di questa notte.”

“Quello shock non passerà, resterà impresso sempre nella mente di quell’infermiere. Ormai siamo solo eroi dimenticati.”

Una violenza eccessiva, dunque, quella che ha animato l’aggressore ai danni dell’infermiere dell’Ospedale del Mare, brutalmente aggredito. Non sono state rese note le motivazioni del folle gesto ma, seppur così non fosse, nulla riuscirebbe a giustificare quanto accaduto. Ancor di più se ad incassare i colpi è una persona che sta svolgendo il proprio lavoro, oggi più che mai tra mille ostacoli e difficoltà.

Ad inizio pandemia, lo sforzo immane del personale sanitario è stato riconosciuto all’unanimità. Adesso, invece, pare che con la seconda ondata sia scemata anche l’ammirazione e la riconoscenza nei loro confronti, a tal punto da additarli come bugiardi e complottisti. Eppure, gran parte della popolazione non smette di omaggiarli, definendoli i veri eroi di questa pandemia.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più