Covid, in crisi il Castello delle Cerimonie. Donna Imma: “Situazione drammatica, siamo completamente fermi”

In crisi anche “La Sonrisa”, o meglio conosciuta come il Castello delle Cerimonie. Il celebre locale, già scosso dalla morte della signora Rita, causa Covid-19 è costretto a fare i conti anche con ingenti perdite. A confessarlo è Imma Polese, figlia del celebre boss defunto, nel corso di un intervista rilasciata alla rivista “Chi”.

“La situazione è davvero drammatica, abbiamo cancellato ogni evento. Questo 2020 è da dimenticare completamente tra dolori, lutti e morte sociale. Gli eventi annullati sono trecentocinquanta, forse quattrocento. Ormai ho perso il conto della disfatta, tra cerimonie e matrimoni. Si rende conto? Quattrocento sogni spezzati e tanto lavoro sottratto” – dice.

Prima degli ultimi provvedimenti il celebre “Castello” riusciva a contenere circa 150 persone in una sala da mille metri, in tutta sicurezza. Ma ora la situazione è cambiata: “Adesso siamo completamente fermi. E con noi dipendenti e fornitori. L’ultimo decreto ci costringe a pensare negativo, non riusciamo a essere speranzosi né a trovare sorrisi. Abbiamo sempre avuto numeri alti, davamo da lavorare a oltre cento persone. Quest’anno tocchiamo il punto zero.”

L’avvento del Covid ha completamente sconvolto la vita e gli affari della famiglia Polese, mandando in crisi “La Sonrisa”. Proprio all’interno del locale partì uno dei focolai più pericolosi di Sant’Antonio Abate. Tra i positivi anche alcuni membri della famiglia, tra cui la signora Polese, moglie di Don Antonio, e Matteo, il marito di Imma.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più