Sgarbi vs i moralisti: “Sciacalli sui cadaveri. Maradona è una leggenda, al di sopra del bene e del male”

sgarbi maradonaIn queste ore sono tantissime le persone che stanno dedicando un messaggio d’amore a Diego Armando Maradona. Ma parallelamente sono tanti, da Mughini a Criuciani (tifosi di altre squadre forse invidiosi di non averlo avuto nel proprio club) che giudicano Diego non come migliore calciatore di tutti i tempi ma come uomo. Un uomo che ha pagato a caro prezzo le sue debolezze e i suoi tanti errori.

A sua difesa si è schiarato il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, il sindaco di Bacoli e ora anche il critico d’arte Vittorio Sgarbi. Un post sul suo profilo social in cui Maradona viene associato a Caravaggio. Un pittore che anche lui è passato per Napoli lasciando un forte segno e la cui esistenza è stata macchiata da molte ombre (tra cui un’accusa di omicidio che gli valse una condanna a morte e che lo costrinse a fuggire per il resto della sua vita).

Questo il messaggio di Sgarbi per Maradona:

“Maradona è stato per il calcio quello che Caravaggio è stato per l’arte: inarrivabile”. 

Maradona è stato per il calcio quello che Caravaggio è stato per l’arte: inarrivabile.

Pubblicato da Vittorio Sgarbi su Mercoledì 25 novembre 2020

A chi definisce Maradona un ‘cocainomane’ e non un esempio per i più giovani, Vittorio Sgarbi risponde:

“Come sciacalli sui cadaveri, piccoli moralisti si accaniscono su un uomo la cui vita, oltre ogni debolezza, è leggenda. Perché Maradona era al di sopra del bene e del male”. 

#maradona #moralisti

Come sciacalli sui cadaveri, piccoli moralisti si accaniscono su un uomo la cui vita, oltre ogni debolezza, è leggenda.
Perché Maradona era al di sopra del bene e del male.

Pubblicato da Vittorio Sgarbi su Giovedì 26 novembre 2020

Una vera leggenda del nostro tempo che ci ha lasciati troppo presto.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più