MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Il ricordo dell’artista Siriano tra le macerie: il murales di Maradona

Aziz Asmar vicino al suo murales-Foto di Muhammad Haj Kadour

Il mondo è in shock per la morte di Diego Armando Maradona, e persino in Siria omaggiano il grande calciatore. Tutti ricordano il grande uomo, oltre al grande calciatore che era. Ognuno cerca di omaggiarlo attraverso una frase o una fotografia, attraverso qualche vecchio ricordo, cose che fanno sperare di poterlo abbracciare per un ultima volta.

Dal Medio Oriente arriva l’omaggio di un artista siriano, Aziz Asmar, che ha creato un murales del giocatore argentino e, per poterlo salutare, ha deciso di postare una sua foto insieme al dipinto tra le macerie della città siriana di Binnish. La grandezza del Pibe de Oro non conosce confini, amato sempre da tutti nonostante le sue fragilità e le sue debolezze.

Ma gli omaggi a Maradona non vengono solo dalla Siria. Anche Pelé ha voluto ricordare l’argentino con una frase molto toccante. “Perdo un grande amico ed il mondo una grande leggenda. Un giorno giocheremo insieme nel cielo.”

Il leggendario calciatore brasiliano non è l’unico che ha voluto ricordarlo attraverso poche parole. Anche Ottavio Bianchi, allenatore del primo scudetto del Napoli, non è riuscito a contenere il dolore “Sono talmente sconvolto che non riesco a parlare”, ha dichiarato all’Adnkronos.

Il dolore per questa perdita è infinito, qualsiasi personaggio famoso ricorda e piange la leggenda che è stato il Pibe de Oro. Anche se nonostante il delicato momento, non sono mancate le critiche alla vita sregolata che ha condotto il calciatore. Nonostante tutto però è stato e sarà un grande uomo, sempre umile, sempre un campione. 

Potrebbe anche interessarti