MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Tablet per la dad, pasti ai bisognosi, e giochi ai bimbi negli ospedali: a Natale “Diamo una mano” a chi ne ha bisogno

diamo una manoGiochi a bambini ricoverati in Ospedale, tablet a chi non ha soldi per seguire la didattica a distanza, pasti a famiglie bisognose e a senzatetto. Il gran cuore dei napoletani si vede anche dai piccoli gesti e in questi giorni pre natalizi sono tantissimi ad aver risposto presente.

Lo sa bene Emanuele, uno dei volontari dell’Associazione ‘DiamoUnaMano’. Tantissimi ragazzi che scelgono di aiutare il prossimo attraverso azioni concrete e immediate. In questo momento di difficoltà, con negozi che chiudono, persone care che non possiamo abbracciare, a scaldare i cuori ci pensano loro. In occasione del Natale è infatti possibile donare una piccola cifra che servirà a ‘dare una mano’ a chi ne ha più bisogno. Quattro iniziative tutte diverse che nel giro di poche ore già stanno registrando diverse adesioni.

Emanuele ci tiene a sottolineare la trasparenza dell’Associazione di volontariato e l’importanza di creare un legame di fiducia con chi dona. Quello che accadde un anno fa, quando qualcuno rubò tutti i doni destinati ai bambini in ospedale, è soltanto un brutto ricordo.

“Siamo trasparenti, tutti i soldi raccolti vanno interamente a chi ne ha bisogno. Da anni facciamo così, se entrano dieci euro noi con quei dieci euro compriamo qualcosa per qualcuno. Facciamo talmente tanto che non mettiamo tutte le iniziative e le foto sui social. Ieri mi ha chiamato una mamma che era in difficoltà economica e che non riusciva a fare la spesa, domattina andiamo a casa sua e le portiamo tutto quello di cui ha bisogno. Abbiamo anche regalato playstation a bambini”.

E’ importante donare non solo a Natale ma in questo periodo in tanti decidono di fare un piccolo gesto verso il prossimo.

“Questi quattro progetti sono alla portata di tutti. Non diciamo dona in generale, sono quattro progetti concreti dove si vedono i risultati. Tipo vedrai le mascherine che porto al reparto. Se ci seguono, le persone vedono cosa facciamo. Bisogna aiutarci sempre non solo a Natale, tipo io penso sempre (ed è il leitmotiv di una nota pubblicità tv): Perché solo a Natale si può fare quello che non fai mai?. Ieri ho scritto di alcune iniziative e già ci stanno arrivando giocattoli per bambini. Quando scrivi sei solo tu, ma quanto le persone si fidano e ti rendi conto che facciamo rete, tutto diventa bellissimo. Il 12 dicembre per esempio siamo per le strade di Napoli per dare pasti ai senza tetto. Ieri sera mi hanno chiamato due ragazze, una si è prenotata per preparare 40 pasti per il 12 dicembre, un’altra addirittura prima di sapere quando ci sarà la seconda data di consegne dei pasti. Una solidarietà che contagia e i social possono servire a questo”.

LE 4 INIZIATIVE SOLIDALI DI ‘DiamoUnaMano’

Regalare Mascherine FFP2 a medici, infermieri ed oss – Medici, infermieri ed oss lavorano tutti i giorni in prima linea contro il Covid-19, a rischio della loro vita, molti con delle semplici mascherine chirurgiche. A loro DiamoUnaMano sta regalando mascherine FFP2, molto più protettive. Dati aggiornati al 15 novembre: 6.810 FFP2 Regalate, 11.280€ le Uscite,  7.916€ le entrate.

300 mascherine ffp2 regalate al reparto di pediatria di fibrosi cistica del Policlinico Nuovo di Napoli…

Pubblicato da DiamoUnaMano su Venerdì 27 novembre 2020

 

Raccogli giocattoli per la Pediatria di Napoli o Caserta – Organizzati con i tuoi amici e compra giocattoli per un reparto di pediatria. Quali Reparti di Pediatria aiutare: gestiamo 5 piani della Pediatria del 2° Policlinico di Napoli, con 2 reparti a piano e la Pediatria di Caserta. Anche un solo giocattolo va benissimo. Come consegnare i giocattoli: Gli anni passati potevi venire direttamente in reparto a consegnare nelle mani dei bambini ricoverati. Quest’anno – causa Covid – le cose cambiano drasticamente. Vieni a consegnare all’entrata del Reparto di Pediatria, munito di mascherina e guanti e lascerai ad un’infermiera del Reparto tutto quanto raccolto. Per ovvi motivi non puoi entrare nel reparto pediatrico.

Cosa Comprare: pastelli; pennarelli; tempere; plastilina; carte uno; indovina chi; monopoli; puzzle (massimo 250 pezzi); giochi sapientino; costruzioni (con pezzi grandi che non possono essere ingoiati); libri per colorare e libri da leggere. O giochi un po’ più importanti come Playstation 4, Giochi Playstation 4, Apple Ipad.

Cosa non portare in reparto:
giocattoli incartati; pupazzi / bambole / peluche (ricettacolo di polvere); giochi non confezionati (per una questione di igiene); giochi usati, anche in buono stato (per una questione di igiene). Se non sei di Napoli o Certa puoi spedisci i Giocattoli.

Questo Natale per una mamma in difficoltà di Napoli, zona Miano, era difficile accontentare il figlioletto.

<< Era >>
Voce del verbo essere, passato prossimo 🙂

DiamoUnaMano c’è ❤️😀✋🏻

Pubblicato da DiamoUnaMano su Venerdì 27 novembre 2020

 

Spedizione umanitaria in Siria – Da oltre tre anni organizziamo un ponte umanitario da Napoli in Siria: raccogliamo fondi per comprare farina tutti i mesi, a sfamare un villaggio a 25km da Aleppo.

27a spedizione umanitaria di DiamoUnaMano in Siria:
consegnata una tonnellata di farina in un piccolo villaggio vicino…

Pubblicato da DiamoUnaMano su Sabato 28 novembre 2020

 

Spesa Solidale per persone/famiglie in difficoltà – L’idea è quella di aiutare famiglie / persone in estrema difficoltà con una spesa solidale, e per i SenzaTetto di Napoli un pasto caldo.

Aiutiamo le Suore di Madre Teresa di Calcutta raccogliendo prima del 12 dicembre: generi alimentari di prima necessità che le sorelle distribuiranno a 20 famiglie. Prodotti per la pulizia personale (le suore hanno delle docce per gli ospiti), vestiti in buono stato. Aiutiamo i SenzaTetto di Napoli con 1-2 spedizioni mensili in cui portiamo 40 pasti caldi. Potresti aiutando cucinando qualcosa o preparando una cioccolata calda.

Aiutiamo i SenzaTetto: per le strade di Napoli a portare un pasto caldo o una morbida coperta di lana.


#senzatetto…

Pubblicato da DiamoUnaMano su Domenica 29 novembre 2020

 

Potrebbe anche interessarti