L’Unione Europea sul vaccino anti-Covid: la somministrazione partirà il 27 dicembre

vaccino anti-covid

Anche se non c’è ancora il via libera dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) sui vaccini anti-Covid, la distribuzione del vaccino in Europa per arginare la pandemia inizierà il 27 dicembre prossimo.

La presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen ha annunciato che all’interno dell’UE le somministrazioni cominceranno subito dopo Natale. Il vaccino Pfizer-Biontech, intanto, è stato autorizzato da Gran Bretagna, Canada e Stati Uniti e somministrato al personale sanitario.

Quindi, se tutte le procedure di verifica saranno completate entro le date previste, anche l’Italia partirà con le prime vaccinazioni al personale sanitario nel giorno sopracitato come deciso dopo una riunione tra il ministro della Salute Roberto Speranza e il Commissario straordinario all’emergenza Domenico Arcuri.

Il governo italiano ha lavorato negli ultimi giorni per allinearsi alla data comune di avvio delle vaccinazioni dell’Unione Europea. Sulla data per l’inizio della somministrazione del vaccino si sono espresse la già sopracitata von der Leyen su Twitter e la cancelliera tedesca Angela Merkel, molto lieta di poter iniziare prossimamente a vaccinare la popolazione. L’Ema, intanto, prenderà le sue decisioni dopo la riunione del 21 dicembre.

Qui di seguito, il tweet di Ursula von der Leyen in proposito:

Per quanto riguarda il nostro paese, Arcuri invierà alle Regioni una sorta di libretto delle istruzioni per il vaccino ed entro la settimana tutte le indicazioni riguardanti la procedura di somministrazione. Verranno consegnate il 90% delle dosi richieste dalle Regioni perché è stato dichiarato che non si vaccinerà il 100% del personale sanitario previsto.

La prima fornitura di vaccini, dunque, sarà di 1.833.975 di dosi mentre la seconda di 2.507.700. Sarà la Lombardia a ricevere la maggior quantità di dosi del vaccino anti-Covid essendo la regione di più colpita dall’epidemia. Le prime dosi destinate alla Lombardia, dunque, saranno 304.955. Seguono Emilia Romagna (183.138 dosi), Lazio (179.818), Piemonte (170.995), Veneto (164.278) e Campania (135.890). In coda la Valle d’Aosta con 3.334 dosi.

Potrebbe anche interessarti