Covid, Ascierto: “Possiamo uscire dall’incubo solo sottoponendoci tutti al vaccino”

Facebook Dott. Paolo Antonio Ascierto

Da quasi una settimana in Italia è partita la campagna vaccinale e tra i primi campani a sottoporsi alla somministrazione del vaccino spicca il noto oncologo Paolo Ascierto. Proprio pochi giorni fa, infatti, il professore ha diffuso la notizia della sua avvenuta vaccinazione. Rivolgendosi a Il Quotidiano del Sud ha ribadito l’importanza di tale atto.

Vaccino, Paolo Ascierto: “La soluzione per uscire dall’incubo”

Il professor Ascierto, ormai da marzo in prima linea nella lotta al Covid, ha dichiarato: “Il vaccino è la soluzione ma prima di parlare di fine dell’incubo passeranno ancora mesi. Per poter realizzare la cosiddetta ‘immunità di massa’, e tirare finalmente un sospiro di sollievo, è necessario che la maggior parte della popolazione sia vaccinata.”

“Quello che mi sento di dire è che se c’è un modo per uscire da questo incubo è solo sottoponendosi tutti al vaccino. La storia della medicina ce lo insegna, le vaccinazioni sono riuscite a debellare malattie infettive importanti come il vaiolo.”

Una risposta rivolta a quanti continuano a nutrire diffidenza nei confronti del farmaco. Si fa sempre più numeroso il fronte dei No-Vax che puntano il dito contro i primi vaccinati italiani, come dimostra il caso di Claudia Alivernini, l’infermiera presa di mira sui social.

A seguito della somministrazione del vaccino presso l’ospedale Cotugno, il dott. Paolo Ascierto aveva annunciato: “Siamo a 100 metri dal traguardo e non è il momento di mollare, stiamo per farcela! Dovremo stringere i denti ancora per pochissimo.”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più