Covid, cosa cambia tra il vaccino Moderna e quello BioNTech e Pfizer: le differenze

differenze vaccino moderna biotech pfizerStanotte sono arrivate in Italia 47 mila dosi del vaccino Moderna che verranno somministrate insieme a quello Comirnaty, sviluppato da BioNTech e Pfizer. Al momento sono oltre 700 mila gli italiani che hanno ricevuto la prima dosa. Entrambi i vaccini sono stati approvati dall’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco, che ritiene identici sia il profilo di sicurezza che l’efficacia. Ma i due vaccini però si differenziano per alcune cose, vediamole nel dettaglio.

VACCINO MODERNA/BIONTECH-PFIZER: DIFFERENZE

ETA’– Il vaccino Moderna è indicato a partire dai 18 anni di età, anziché dai 16 anni come quello Pfizer.

IMMUNITA’– La schedula vaccinale prevede per il Moderna due somministrazioni a distanza di 28 giorni, invece che di almeno 21 giorni. L’immunità si considera pienamente acquisita a partire da 2 settimane dopo la seconda somministrazione, anziché una come quello BioNTech/Pfizer.

CONSERVAZIONE – Il vaccino Moderna viene conservato a temperature comprese tra i -15° e -25°, ma è stabile tra +2° e +8° per 30 giorni se in confezione integra, quindi è più facile da conservare.

DOSI E COMPOSIZIONE – Inoltre il flaconcino multidose Moderna contiene 6,3 ml e non richiede diluizione, è quindi già pronto all’uso. Ogni flaconcino multidose contiene 10 dosi da 0,5 mL (quello Biontech-Pfizer massimo 6). Una dose (0,5 mL) contiene 100 microgrammi di RNA messaggero (mRNA) (inseriti in nanoparticelle lipidiche contenenti il lipide SM-102). RNA messaggero (mRNA) a singola elica con capping in 5’, prodotto mediante trascrizione in vitro senza l’ausilio di cellule (cell-free) dai corrispondenti DNA stampo, che codifica per la proteina virale spike (S) del SARS-CoV-2.

REAZIONE AVVERSE MODERNA: Le reazioni avverse più comunemente segnalate sono state: dolore in sede di iniezione (92%), stanchezza (70%), cefalea (64,7%), mialgia (61,5%), artralgia (46,4%), brividi (45,4%), nausea/vomito (23%), tumefazione/dolorabilità ascellare (19,8%), febbre (15,5%), tumefazione (14,7%) e arrossamento (10%) in sede di iniezione. Le reazioni avverse sono state normalmente di intensità lieve o moderata e si sono risolte entro pochi giorni. Una frequenza leggermente inferiore di eventi di reattogenicità è stata associata all’età più avanzata. Complessivamente, l’incidenza di alcune reazioni avverse è stata più elevata nei gruppi di età inferiore: l’incidenza di tumefazione/dolorabilità ascellare, stanchezza, cefalea, mialgia, artralgia, brividi, nausea/vomito e febbre è stata maggiore negli adulti di età compresa tra 18 e <65 anni rispetto a quelli di età ≥65 anni. Le reazioni avverse sistemiche e locali sono state segnalate più frequentemente dopo la Dose 2 piuttosto che dopo la Dose 1.

REAZIONE AVVERSE BioNTech e Pfizer: Effetti indesiderati molto comuni: possono interessare più di 1 persona su 10: nel sito di iniezione: dolore, gonfiore; stanchezza; mal di testa; dolore muscolare; dolore articolare; brividi, febbre. Effetti indesiderati comuni: possono interessare fino a 1 persona su 10; arrossamento nel sito di iniezione; nausea. Effetti indesiderati non comuni: possono interessare fino a 1 persona su 100: ingrossamento dei linfonodi; senso di malessere; dolore agli arti; insonnia; prurito nel sito di iniezione. Effetti indesiderati rari, possono interessare fino a 1 persona su 1.000: asimmetria temporanea di un lato del viso.

ECCIPIENTI MODERNA: Lipide SM-102; Colesterolo; 1,2-distearoil-sn-glicero-3-fosfocolina (DSPC) 1,2-dimiristoil-rac-glicero-3-metossipolietilenglicole-2000 (PEG2000 DMG); Trometamolo; Trometamolo cloridrato; Acido acetico; Sodio acetato triidrato; Saccarosio e Acqua per preparazioni iniettabili.

ECCIPIENTI BioNTech e Pfizer: il flaconcino contiene 5 dosi da 0,3 mL, ciascuna contenente 30 microgrammi di mRNA.  Gli altri componenti sono: ((4-idrossibutil)azanediil)bis(esano-6,1-diil)bis(2-esildecanoato) (ALC-0315) − 2-[(polietilenglicole)-2000]-N,N-ditetradecilacetammide (ALC-0159); 1,2-distearoil-sn-glicero-3-fosfocolina (DSPC); colesterolo; potassio cloruro; potassio diidrogeno fosfato; sodio cloruro; fosfato disodico diidrato; saccarosio e acqua per preparazioni iniettabili.

COLORE – Dispersione di colore da bianco a biancastro (pH: 7,0 – 8,0) per Moderna, dispersione (pH: 6,9-7,9) di colore da bianco a biancastro per BioNTech e Pfizer.

 

Potrebbe anche interessarti