Napoli, vandalizzata la scritta sul treno della Cumana: “C’è troppa gente di me**a”

treno cumana

Napoli – vandalizzata la scritta “Io mi vaccino” sul treno della Cumana. Neanche due giorni è riuscita a durare la scritta “Io mi vaccino” sul treno Eav della Cumana di Napoli.

L’Eav si era fortemente impegnata a lanciare questo messaggio per la lotta al covid, ma la scritta è stata vandalizzata dopo pochi giorni dalla sua apparizione. Un messaggio forte quello che vuole lanciare l’azienda, anche perché i trasporti sono uno dei maggiori veicoli di trasmissione del virus.

Lo stesso Presidente dell’Eav, Umberto de Gregorio, era entusiasta della novità sul treno e qualche giorno fa scriveva sul suo profilo social:

Da oggi circola sulle linee flegree un treno con la scritta “IO MI VACCINO”. Si tratta di un treno fabbricato nel 1960 che era stato ricoperto di scritte di writers e che ad opera di un gruppo di volontari è stato ridipinto per sensibilizzare tutti al tema della prevenzione e della necessità di una vaccinazione di massa. Gli stessi artisti che hanno ridipinto la stazione di Bagnoli, guidati da Luca Danza, ci hanno regalato questa iniziativa.

Il trasporto è un punto nevralgico nella lotta al covid. I lavoratori del trasporto sono in prima linea. Non abbassiamo la guardia, mascherine e distanziamento per quanto possibile, e vacciniamoci tutti quando viene il nostro turno. Ce la possiamo fare. Dipende da noi“.

Oggi invece il tono è molto più deciso ed arrabbiato e sempre sui social lancia un messaggio contro i vandali: “C’è troppa gente di me**a, questa è la verità! Ma lo rimettiamo a posto!“.

 

C’è troppa gente di merda, questa è la verità! Ma lo rimettiamo a posto!

Pubblicato da Umberto de Gregorio su Giovedì 21 gennaio 2021

Potrebbe anche interessarti