Vaccino, dosi avanzate a fine giornata a chi è disponibile: l’ordinanza di Figliuolo

vaccino anti-covid
Vaccino anti Covid a chiunque sia disponibile a farsi vaccinare a fine giornata, laddove ci fossero delle dosi avanzate. Queste le ultime direttive del Commissario per l’emergenza Covid, generale Francesco Figliuolo che infatti ha firmato un’ordinanza nella quale si legge che: «in sede di attuazione del Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione da SARS-CoV-2 richiamato in premessa, le dosi di vaccino eventualmente residue a fine giornata, qualora non conservabili, siano eccezionalmente somministrate, per ottimizzarne l’impiego evitando sprechi, in favore di soggetti comunque disponibili al momento, secondo l’ordine di priorità individuato dal menzionato Piano nazionale e successive raccomandazioni».

Bisogna vaccinare quante più persone possibili nel minor tempo possibile. Questo ha ribadito il Generale, facendo un bilancio e lavorando in prospettiva su quella che sarà la campagna vaccinale che l’Italia dovrà affrontare nei prossimi mesi. Dunque accelerare le operazioni è l’obbiettivo. Purtroppo però il tutto sta subendo dei rallentamenti dal momento che si sospetta dell’inefficacia del vaccino Astrazeneca che avrebbe portato non poche complicazioni. L’Aifa, l’agenzia italiana del farmaco, l’ha quindi sospeso in via precauzionale e temporanea, in attesa di capire come si pronuncerà l’Ema.
Lo stop dovrebbe durare fino a fine mese, ciò significa 3 milioni di dosi in meno a disposizione degli italiani.

Stando alle nuove direttive della Regione Campania, c’è una buona notizia: si aggiungono nuove categorie di persone a cui spetta la priorità sul vaccino: si tratta delle persone con gravi disabilità riconosciute ai sensi della legge 104/1992 art. 3 comma 3 per i quali è prevista la vaccinazione di familiari conviventi e caregiver che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto. Infatti, da mercoledì 17 marzo, i medici di medicina generale devono inserire sulla piattaforma telematica della Regione Campania le adesioni alla campagna vaccinale dedicata, come da protocollo del Ministero della Salute, ai pazienti di elevata fragilità (Categoria 1: persone estremamente vulnerabili, disabilità grave). Seguirà la convocazione presso i centri abilitati alla somministrazione. I tempi delle vaccinazioni (Pfizer) saranno legati alla disponibilità dei vaccini.
Aperta anche la piattaforma di prenotazione del vaccino per gli insegnati di scuole e Università e personale Ata, che risiedono in Campania ma lavorano fuori regione.

Potrebbe anche interessarti