Covid a San Giuseppe Vesuviano, perde la vita un uomo di soli 38 anni. Il sindaco: “Non ho parole”

sant'antonio abate

Nella giornata nazionale delle vittime del covid, il Comune di San Giuseppe Vesuviano piange la morte di un giovane 38enne stroncato dal virus. A lui si aggiunge il decesso di un cittadino di 83 anni.

Covid, San Giuseppe Vesuviano piange la morte di un 38enne

Queste le parole del sindaco Vincenzo Catapano: “Ho avuto, purtroppo, conferma del decesso per covid di un nostro giovane concittadino di 38 anni, ricoverato a Boscotrecase, e uno di 83 ricoverato a Nola. Non ho parole che possano lenire il dolore dei loro cari a cui mi stringo ed esprimo la mia profonda vicinanza”.

“A tutti rivolgo il mio invito di sempre, quello della precauzione massima. Il livello di diffusione del contagio resta elevato ed è direttamente connesso all’incontro tra persone, soprattutto in contesti privati, lavorativi e familiari” – ha concluso.

Con l’avvento della terza ondata si sono diffusi, con frequenza sempre maggiore, i contagi tra la popolazione giovanile. In diversi casi le positività riscontrate sono sfociate nel ricorso all’ospedalizzazione. Lo stesso direttore dell’Azienda Ospedaliera dei Colli, Maurizio Di Mauro, aveva annunciato la massiccia presenza di giovani nei reparti ospedalieri.

Da qualche settimana, infatti, il tasso di positivi sintomatici in Campania è aumentato. Da ciò ne consegue l’incremento dei ricoveri sia in degenza che in terapia intensiva che talvolta colpiscono proprio le fasce d’età finora caratterizzate da lievi forme. Mentre il Vesuviano piange il giovane 38enne scomparso, causa covid-19, Pozzuoli e Cava de’ Tirreni si uniscono nel dare l’ultimo saluto ad Antonio che a 45 anni ha perso la battaglia contro il covid.

Potrebbe anche interessarti