De Luca: “Domenica apre l’hub di Capodichino, 6 mila dosi al giorno per vaccinare Napoli entro luglio”

de luca capodichino

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca è un fiume in piena. Come di consueto utilizza la conferenza stampa del venerdì per fare il punto sui vaccini e sulle dosi mancanti in Campania. Non mancano frecciatine rivolte al premier Draghi (per la mal gestione dei soldi del Recovery Fund che spettano al Sud) e al Commissario per l’Emergenza Covid Figliuolo che viene definito come:

“Quello che vediamo con una tuta mimetica su un paio di anfibi vagare per l’Italia”.

DE LUCA: “DOMENICA APRE L’HUB DI CAPODICHINO”

Ma De Luca parla anche del nuovo hub vaccinale che sarà inaugurato domenica a Capodichino. Una struttura molto grande che permetterà di accelerare la campagna di vaccinazione:

“Abbiamo fatto un altro investimento, domenica apriamo a Capodichino un hub vaccinale nell’hub dell’azienda Atitech per la disponibilità offerta dal presidente Giovanni Lettieri che ha messo a disposizione un’area enorme. Un’area che prevede anche un parcheggio gratuito per 250 posti auto. Potremmo fare in questo hub, nel quale saranno accolti utenti dell’Asl Napoli 1, Napoli 2 e Napoli 3, fino a 6 mila vaccinazioni al giorno. Possiamo arrivare fino a 8 mila se arrivano i vaccini. Apriamo domenica, 10 mila metri quadri, 32 box per la somministrazione, 14 postazioni dell’accettazione, 150 unità di personale impegnato quotidianamente. Se abbiamo i vaccini, in proporzione alla popolazione campana, noi saremo di gran lunga i primi del nostro paese nel completamento del programma di immunizzazione.

Gli obiettivi intermedi che abbiamo sono che l’isola di Capri che la prossima settimana sarà isola free covid e faremo una bella campagna di promozione mondiale. La settimana successiva sarà la volta di Ischia, vogliamo dare priorità alle categorie economiche. Abbiamo firmato un accordo, hanno aderito 250 aziende che aspettano solo le consegne per vaccinare i propri dipendenti con personale proprio. Abbiamo cominciato con il personale del trasporto con Eav, intendiamo dare priorità al comparto turistico alberghiero, commerciale. Oltre le isole, pensiamo prima alla costiera Sorrentina. amalfitana, cilentana, al litorale domitio. Per maggio bisogna completare le vaccinazioni per non regalare milioni di turisti alla Spagna, Croazia, Grecia. Abbiamo deciso di muoverci con vaccinazioni di massa, al di là di alcune astruserie che ci vengono comunicate da Roma. Andremo avanti, l’obiettivo è immunizzare tutta la popolazione di Napoli entro luglio e se ci riusciremo avremmo fatto una cosa grandissima”.

Potrebbe anche interessarti