Campania, bollettino vaccinazioni 11 maggio: 12mila dosi effettuate in meno rispetto a ieri

vaccinazioni campania

L’Unità di Crisi della Regione Campania, come di consueto, ha diffuso il bollettino delle vaccinazioni, aggiornato a martedì 11 maggio 2021. Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 1.592.488 cittadini (+25.481). Di questi 603.796 hanno ricevuto la seconda dose (+9.199). Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 2.196.284 (+34.680)​.

Campania, bollettino vaccinazioni 11 maggio

Rispetto alla giornata di ieri è notevole il rallentamento della campagna, molto probabilmente dovuto alla carenza di vaccini e alla conseguente chiusura di due centri vaccinali (che riapriranno domani). Stando all’ultimo aggiornamento, infatti, le somministrazioni effettuate in un solo giorno ammontavano a 46.679, mentre oggi scendono a 34.680 (-11.999). Brusco calo se si pensa che nella giornata di domenica le dose effettuate erano 52.250 (-17.570) Il rallentamento coinvolge sia le prime dosi che i richiami.

Le somministrazioni raggiungono numeri importanti ancora una volta relativamente alle categorie dei pazienti fragili e over 60, in linea con l’obiettivo di mettere in sicurezza prima i cittadini più esposti al contagio, già raggiunto per operatori sanitari e over 80. Le somministrazioni dei fragili raggiungono quota 501.020 (+7.454 rispetto a ieri).

Gli over 70 che hanno ricevuto almeno una dose sono in totale 446.099, con un incremento di 5.704 rispetto all’ultimo aggiornamento. Gli over 60, invece, hanno raggiunto quota 481.466 vaccinazioni, +8.709 in un giorno. Procedono anche le somministrazioni per conviventi-caregiver per un totale di 91.051 cittadini vaccinati (+5.068 rispetto a ieri).

Stando al bollettino di oggi, rimane quasi stabile il numero di vaccinazioni effettuate per le restanti categorie. Si rilevano, infatti, incrementi lievi per personale scolastico, forze dell’ordine, personale non sanitario e personale esterno alle strutture sanitarie.

La capacità di somministrazione della Regione resta alta ma si inizia a risentire la carenza di dosi che hanno spinto le aziende sanitarie locali a sospendere, almeno temporaneamente, le somministrazioni all’interno dei centri Mostra d’Oltremare e Capodichino.

Potrebbe anche interessarti