Campania e il resto d’Italia gialla: solo la Valle d’Aosta è arancione

campania gialla maggio

Ormai è ufficiale, la Campania resta per la quarta settimana consecutiva in zona gialla. La conferma è arrivata dalla cabina di regia che ha aggiornato i numeri dei contagi presenti nelle Regioni in questa settimana. L’ordinanza verrà firmata in serata dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, ed entrerà in vigore da lunedì 17 maggio.

MAGGIO IN ZONA GIALLA PER LA CAMPANIA

Passano in giallo anche Sicilia e Sardegna, mentre l’unica Regione d’Italia che non sarà gialla è la Valle d’Aosta. Come spiegato dal presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro:

In tutti i paesi le curve sono o stabili o in lenta decrescita e anche in Italia la curva indica una progressiva decrescita. Una decrescita lenta ma che continua in queste ultime settimane e si rileva in tutte le regioni. Anche l’incidenza è in decrescita: nel flusso del ministero della Salute è pari a 96 casi per 100mila abitanti“.

Grazie ai vaccini, si registra anche un abbassamento dell’età media di chi ha il covid:

L’età media dei casi scende da 41 a 40 anni e la decrescita si rileva anche nella fascia tra 0 e 9 anni. Negli anziani la decrescita è maggiore e questo è un indicatore della campagna vaccinale in corso. Il tasso di ospedalizzazione è strettamente correlato alla percentuale dei vaccinati over-80, ed è dunque in decrescita“.

Anche oggi in Campania sono stati registrati oltre mille positivi al covid ma si svuotano le terapie intensive, un trend partito da inizio maggio che conferma la zona gialla. Anche se soltanto Campania e Lombardia superano i mille casi, tutte le altre Regioni registrano numeri inferiori (in totale sono 7.567 i nuovi casi). Scendono anche i decessi sotto quota 200 in tutta Italia.

Potrebbe anche interessarti