La variante indiana arriva in Campania: primo caso a Torre Annunziata in una donna

variante indiana campania

La variante indiana preoccupa il mondo. Ieri infatti la Germania ha imposto la quarantena di 15 giorni per chi arriva dal Regno Unito, nazione in cui questa forma più aggressiva e contagiosa del virus sta dilagando. Ora arriva la notizia della presenza anche in Campania, in particolare nella città di Torre Annunziata, del primo caso accertato di variante indiana.

VARIANTE INDIANA INDIVIDUATA IN CAMPANIA

Il virus, come rende noto ‘Il Mattino’, è stato individuato e sequenziato su un tampone di una donna di 53 anni residente nel Comune del Napoletano. L’Asl Napoli 3 Sud ha immediatamente posto in isolamento la donna e tracciato i contatti per isolare il contagio. Diversi i casi registrati tra stranieri a Roma, 5 invece erano stati individuati in Puglia.

Come pubblicato da alcune riviste scientifiche, i vaccini sembrano essere efficaci contro le varianti e quindi anche contro quella indiana ma il livello di attenzione è massimo. Ultimi studi infatti sembrano dimostrare che l’efficacia del vaccino Pfizer funziona solo dopo la seconda dose (la protezione è al 17% dopo la prima).

Ma i numeri che vengono dall’India fanno paura. Al 15 maggio, sono stati 25.772.440 i contagi con ben 287.122 decessi, 3 milioni e 129.878 le persone invece che sono attualmente positive. Dati che potrebbero essere addirittura sottostimati a causa delle difficili condizioni igieniche in cui riversa il Paese con interi villaggi abbandonati e corpi gettati nel Gange.

Potrebbe anche interessarti