Napoli, vandali in azione: danneggiano il bus e terrorizzano i passeggeri con un martello

Questa mattina, a Napoli, un bus dell’ANM è stato preso d’assalto da un gruppo di vandali che hanno danneggiato il veicolo e terrorizzato i passeggeri. Comportamenti che, con l’inizio della stagione estiva, prendono di mira soprattutto le linee che trasportano prioritariamente balneari.

Napoli, bus ANM preso d’assalto: terrore tra i passeggeri

Stavolta l’atto vandalico ha riguardato la linea 140 dell’ANM. La situazione è precipitata quando un gruppo di facinorosi, verso le 11.30, ha assalito il mezzo, scatenando il caos tra i presenti. Gli autori del vile gesto hanno seminato il terrore tra i passeggeri, impossessandosi del martelletto di sicurezza presente nel bus e danneggiandone gli interni, arrivando addirittura a piegare un corrimano.

A denunciare l’accaduto è stato Marco Sansone del Coordinamento Regionale Usb Lavoro Privato: “Come ogni anno in questo periodo ci troviamo ad affrontare una gestione lacunosa del servizio di superficie. É necessario che l’ANM si coordini col servizio di Polizia Municipale di zona per regolare e gestire al meglio la sicurezza sugli autobus che trasportano  prettamente balneari”.

“É indecente che intere famiglie con bambini e persone anziane debbano subire l’attacco violento di gruppi di ragazzi, che non possono essere controllati dall’incolpevole autista, abbandonato come sempre al suo destino. Non solo la scena a cui si è assistito stamattina è stata terribile, probabilmente quell’autobus adesso sarà messo fuori servizio, creando ulteriori ripercussioni sul servizio stesso”.

Di qui la necessità di mettere in atto interventi che possano scoraggiare simili comportamenti: “Auspichiamo che l’azienda rafforzi ulteriormente le linee balneari ed aumenti la sicurezza a bordo dei suoi mezzi, anche con l’ausilio del personale di supporto, verificatori di titoli di viaggio ed ausiliari al traffico, e soprattutto interagisca con le Municipalità interessate per intensificare il controllo del territorio”.

“Ricordiamo che fino a qualche mese fa Comune di Napoli ed azienda pubblicizzarono mediaticamente le cosiddette ‘Linee sicure’ con personale della Polizia Municipale a bordo dei mezzi. Che fine hanno fatto?” – conclude.

Potrebbe anche interessarti