Casoria, ragazzino sbaglia fermata e cammina 90 min a piedi in autostrada: soccorso dalla Polizia

ragazzino fermata autostrada
Immagine di repertorio

A chi di noi non è mai capitato di scendere alla fermata sbagliata. Le cose si complicano però quando si tratta di un ragazzino con il cellulare scarico che non sa come tornare a casa. E può accadere che in preda all’ansia e alla paura si facciano scelte che possono costare caro. Per fortuna è una storia a lieto fine quella pubblicata sulla pagina Facebook della Questura di Napoli.

Venerdì pomeriggio una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Napoli Nord, nel transitare sull’autostrada A1 all’altezza di Casoria, nota ai bordi della carreggiata un ragazzino che stava camminando da solo senza un’apparente meta. Il giovane è apparso subito agli agenti stanco e assetato e ha raccontato che poche ore prima era salito a bordo di un treno regionale ma, per distrazione, non era sceso alla fermata giusta ed era arrivato fino alla Stazione Centrale di Napoli. Poi la decisione di farla a piedi:

Da lì si era messo in cammino trovandosi, dopo circa 90 minuti, sull’autostrada dove il cellulare ormai scarico si era spento. Allora i poliziotti hanno accompagnato il minore presso i loro uffici dove, dopo averlo rifocillato, hanno contattato i genitori che, giunti poco dopo, hanno ringraziato gli agenti della Polizia Stradale per aver soccorso il figlio ed evitato più gravi conseguenze.”

Non è la prima volta che la Polizia aiuta chi è in difficoltà. Lo scorso anno, un’anziana signora era andata alla Caritas ma aveva perso l’ultimo autobus per tornare a casa. Gli agenti hanno allora chiamato un taxi e pagato anticipatamente la corsa.

Potrebbe anche interessarti