Stop mascherine all’aperto dal 15 luglio: l’ipotesi del governo Draghi

Sulla scia della Francia, l’ipotesi del Governo Draghi: stop alle mascherine all’aperto dal 15 Luglio. Come riportato da Repubblica, nonostante la proroga dello stato d’emergenza fino al 31 dicembre, non sarà più obbligatorio inndossare le mascherine all’aperto. L’esecutivo è, intanto, impegnato nella firma di un nuovo Dpcm, utile all’introduzione del famoso digital green pass europeo. Si tratta di un certificato verde per chi si è vaccinato, chi ha fatto un tampone, molecolare o antigenico, nelle ultime 48 ore; e chi ha avuto il covid negli ultimi 6 mesi. Il Green Pass permetterà ai viaggiatori dell’area Ue di evitare test e quarantene in entrata o in uscita dagli Stati.

La decisione dell’eliminazione dell’obbligo delle mascherine all’aperto non è da prendere a cuor leggero. I virologi sembrano infatti essere contrari alla rimozione dell’obbligo, se non per chi ha già ricevuto almeno la prima dose di vaccino anti-covid. Non tutti, però: c’è chi è speranzoso. In Francia, per esempio, già da oggi sarà possibile non indossare la mascherina all’aperto. Per quanto riguarda il coprifuoco, ricordiamo che scomparirà del tutto da lunedì 21 Giugno in tutta Italia, e non solo nelle zone bianche. Anche se, probabilmente, l’Italia da lunedì passerà quasi tutta in bianco: domani si terrà la cabina di regia che potrebbe interessare anche la Campania, ancora in zona gialla, nonostante i pochi contagi.

L’attuale curva dei contagi in Italia: la paura per lo stop delle mascherine all’aperto

Nonostante la curva dei contagi sia in lenta discesa, ma con una relativa stabilita allo 0,7%, non bisogna abbassare la guardia. Le nuove varianti dell’infezione da Sars-cov2 si stanno diffondendo lentamente anche in Italia. Ciò nonostante, la campagna vaccinale sta sicuramente contribuendo a rallentare l’avanzata della malattia nel nostro paese. “Tutti gli studi ci dicono che in una situazione epidemiologica sotto controllo come in Italia la possibilità di contagio all’aperto con la metà della popolazione vaccinata almeno con la prima dose è quasi nulla. Ma in determinate situazioni, in fila dal gelataio o allo stadio, per non correre rischi dovremo essere pronti ad indossarla.“- Ha detto il sottosegretario Sileri ai microfoni di Repubblica.

 

Potrebbe anche interessarti