Boxe, judo e ginnastica: apre la nuova palestra per i giovani del Rione Sanità

palestra rione SanitàQuesta mattina in via dei Cristallini è stata inaugurata la sezione giovani delle Fiamme Oro, una palestra di ginnastica, judo e pugilato dedicata ai ragazzi e alle ragazze del rione Sanità come luogo di sport e di socializzazione.

Nuova palestra per i giovani del rione Sanità: “I cittadini al centro del nostro lavoro”

Non è la prima volta che al rione Sanità nasce un progetto che mira all’inclusione dei giovani. Infatti, tra i più recenti, ricordiamo il “Progetto luce” che accende i riflettori proprio sulla zona degradata del Rione Sanità di Napoli, i Cristallini, attraverso il rilancio di beni comuni, messi a disposizione dei giovani.

Oggi, invece, è stata inaugurata una nuova palestra che accoglie i giovani e le categorie fragili. Si tratta di un’iniziativa che nasce grazie all’Intesa Sanpaolo, che insieme alle fondazioni del territorio hanno voluto investire sul territorio. Lamberto Giannini, capo della Polizia di Stato afferma di essere colpito da questo progetto: “Quello che mi ha colpito è l’umiltà e lo spirito di servizio. Ritengo che questo tipo di attività rientri a tutto tondo nella funzione della Polizia di Stato: la vicinanza coi cittadini, la possibilità di crescita, il servizio nei confronti dei cittadini. Oggi è un grande risultato, i cittadini sono al centro del nostro lavoro e impegno per cercare di garantire le migliori condizioni di vita, di sicurezza e dando le prospettive. Questa prospettiva è importantissima, è una prospettiva di educazione, legalità, vicinanza. Per questo sono felice veramente di essere qui oggi”.

La sezione giovani delle Fiamme Oro è una palestra di ginnastica, judo e pugilato dedicata ai ragazzi e le ragazze del rione Sanità. Il sostegno alle attività sportive rientra fra le iniziative per favorire l’inclusione sociale e la diffusione della cultura della legalità. Si tratta di un ex ospizio pubblico trasformato in palestra per i ragazzi, realizzato grazie a un accordo fra il comune di Napoli, la questura di Napoli, la Fondazione San Gennaro e le Fiamme Oro della Polizia di Stato.

De Magistris: “Questo deve essere il luogo di accoglienza delle fragilità”

Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, afferma: “Questa è una struttura del comune, quindi senza il comune e la Terza Municipalità questo obiettivo non si poteva raggiungere. L’abbiamo voluto fortemente, è un progetto in evoluzione e c’è grandissima intesa con la polizia di Stato, la questura di Napoli, il Ministero dell’Interno, le Fiamme Oro e ovviamente con il privato sociale che fa un lavoro straordinario. Questa è la dimostrazione che anche nei periodi della pandemia non abbiamo mollato, ma non è finita qui”.

Aggiunge, inoltre: Qui non ci può stare solo lo sport e le Fiamme Oro, ma deve essere il luogo dell’accoglienza delle fragilità di questa parte centrale, il cuore pulsante della nostra città. Qua accoglieremo le persone in difficoltà, i minori a rischio, gli anziani che non ce la fanno da soli: è il modo migliore per affrontare la pandemia sociale. Sono davvero contento, è un lavoro di grande sinergia tra il comune di Napoli e la Terza Municipalità”. 

Oggi è un giorno importante: il complesso dei Cristallini del Comune di Napoli, nel quartiere Sanità, bene pubblico e…

Pubblicato da Alessandra Clemente su Giovedì 17 giugno 2021

 

Oggi è un giorno davvero importante: il mendicicomio dei Cristallini riprende finalmente vita. Dopo un protocollo…

Pubblicato da Luigi de Magistris su Giovedì 17 giugno 2021

Potrebbe anche interessarti