La variante Delta continua a diffondersi: rilevati altri 2 casi a San Giorgio a Cremano

Nel Comune di San Giorgio a Cremano sono stati registrati due casi di positività alla variante Delta del Coronavirus. La nuova mutazione, dunque, continua a diffondersi progressivamente nei territori del Napoletano.

A San Giorgio a Cremano 2 casi di variante Delta

Ad annunciarlo è stato il primo cittadino, Giorgio Zinno, che aggiornando la cittadinanza ha spiegato: “Cari concittadini nella nostra città sono stati riscontrati due casi di positività alla variante Delta Sars-CoV-2 su un totale di 8 soggetti attualmente contagiati”.

“L’indentificazione della variante cosiddetta indiana è stata riscontrata a seguito di analisi specifiche effettuate su tamponi positivi, al fine di individuare ed isolare tempestivamente tali casi. La Asl Napoli 3 Sud oggi ha diffuso il nuovo protocollo da applicare in caso di variante Delta che prevede un tracciamento dei contatti, esteso e particolarmente accurato, a partire da 14 giorni precedenti la data del tampone”.

Il contact tracing riguarderà i contatti familiari ed extra-familiari, estendendosi anche ai contatti connessi a feste private, manifestazione, eventi religiosi e sportivi. Il sindaco Zinno, nonostante ciò, ha invitato la cittadinanza a mantenere la calma: “In questo periodo si parla molto della variante Delta e della sua diffusione ma la situazione nella nostra città non deve allarmarci, anche in virtù di un numero mai così esiguo di positivi totali”.

Bisogna, tuttavia, mantenere alta la guardia: “Dobbiamo porre grande attenzione ai nostri comportamenti quotidiani, continuando ad osservare la massima prudenza, soprattutto ora che siamo tornati in zona bianca e stanno riprendendo quasi tutte le attività collettive. Infine, non dimentichiamo l’importanza delle vaccinazioni. Sebbene si stia studiando la riposta immunitaria dei vaccini per questa variante delta, il raggiungimento di un’elevata copertura vaccinale ed il completamento dei cicli di somministrazione delle dosi, rappresenta comunque uno strumento indispensabile ai fini della prevenzione di ulteriori recrudescenze di episodi pandemici”.

Alle due positività di San Giorgio a Cremano legate al ceppo indiano si aggiungono ulteriori casi rilevati nei Comuni di Torre del Greco, Ercolano, Portici e altri principalmente afferenti all’Asl Napoli 3 Sud. Intanto inizia a preoccupare la nuova mutazione del ceppo, la cosiddetta Delta Plus che sembra essere ancor più trasmissibile della variante originaria.

Potrebbe anche interessarti