Stop alle mascherine ma non in Campania: De Luca verso una nuova ordinanza

Mentre l’Italia si appresta ad abbandonare l’obbligo di mascherina dal prossimo lunedì, la Campania è ancora in bilico ed attende la decisione del Presidente De Luca che, proprio in queste ore, potrebbe firmare un’apposita ordinanza prolungandone l’utilizzo per tutto il mese di luglio.

Obbligo di mascherina: De Luca pensa ad una nuova ordinanza

Già nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza, il Governatore aveva anticipato che su tutto il territorio regionale sarebbe rimasto in vigore l’obbligo relativo ai dispositivi di protezione. Ciò indipendentemente dall’orientamento del Governo che già era proiettato verso l’abolizione di tale misura. Dal 28 giugno, infatti, almeno all’aperto, in Italia non sarà più obbligatorio indossare la mascherina.

Sulla volontà del Presidente campano di agire autonomamente, come già successo più volte, è intervenuto anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Quest’ultimo ha sollecitato il Governo a far prevalere la sua autorità imponendo le stesse regole per tutti: “Se c’è una pandemia la linea la deve dettare il Governo. Se viene la decisione che il 28 si tolgono le mascherine all’aperto allora si tolgono. Poi ognuno può avere le proprie idee, il proprio pensiero e lo può esprimere perché siamo in democrazia. Non può accadere, invece, che un Presidente di Regione dica che dal 28 da noi si continuano a tenere”.

Eppure, stando alle prime anticipazioni rese note da ‘Il Corriere della Sera’, De Luca sembrerebbe intenzionato a proseguire sulla linea del rigore, scavalcando la normativa nazionale e prolungando l’obbligatorietà. Per lui, infatti, sarebbe ancora ‘troppo presto’. 

Fatto sta che, a distanza di pochi giorni dall’entrata in vigore del provvedimento nazionale, in Campania domina ancora il caos in attesa della decisione ufficiale. Sembrerebbe che questa possa essere comunicata nelle prossime ore, attraverso un’ordinanza firmata dal Governatore.

Potrebbe anche interessarti