MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Estate da lusso ad Ischia: arriva lo yacht della famiglia Onassis

Foto YachtMaster.com

Con i suoi 99 metri di lunghezza, il panfilo “Christina O” è approdato nelle ultime ore ad Ischia. Uno dei più grandi e lussuosi mega yacht al mondo, è appartenuto all’armatore greco Aristotele Onassis che lo ha battezzato con il nome della figlia.

La super imbarcazione è attraccata a Lacco Ameno per la gioia di ischitani e turisti curiosi pronti ad immortalare in una fotografia questo hotel galleggiante. Un privilegio che l’Isola di Ischia vive in questi giorni dopo quasi 50 anni dall’ultima volta.

Ma il Christina O non è l’unico yacht di lusso che è approdato sulle isole campane nelle ultime settimane. Nel Golfo di Napoli è stato avvistato “Nord“, uno yacht di ultima generazione, dotato di qualsia confort, appartenente ad un magnate russo.

Il panfilo Christina O ad Ischia – La storia dello yacht

La famiglia Onassiss ha segnato un’epoca negli anni d’oro dell’Italia e non solo. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, l’armatore greco Aristotele Onassis acquistò la nave che era della Marina Militare e la trasformò in uno yacht di lusso.

Oltre a Maria Callas e Jackie Onassis, rispettivamente compagna e moglie di Aristotele Onassis, a bordo vennero ospitate varie celebrità come Marilyn Monroe e Frank Sinatra; Liz Taylor e Richard Burton amavano rilassarsi davanti al camino del salone Lapis. Nel 1957, nell’Ari’s Bar si svolse il primo incontro tra l’ex primo ministro britannico Winston Churchill e il futuro Presidente degli Stati Uniti John Kennedy.

Alla morte di Aristotele Onassis, avvenuta nel 1975, lo yacht venne ereditato dalla figlia Christina, che nel 1978 ne fece dono al governo greco per farne uno yacht di rappresentanza. Ma lo stesso governo greco mise nel dimenticatoio lo yacht che fu successivamente riacquistato nel 1998 dall’armatore greco John Paul Papanicolaou.

Il prezzo del noleggio si aggira tra 45.000 e 65.000 euro al giorno. Lo yacht dispone di 18 cabine che portano tutte nomi di isole greche, dotate di un letto matrimoniale o due letti singoli. Le camere hanno una dimensione che varia da 16 a 26 m² e possono ospitare fino a 36 passeggeri.

La suite padronale di Onassis, rivestita di stucchi veneziani, misura 75 m². Sono inoltre presenti numerose aree comuni interne ed esterne collegate tra loro da scale a chiocciola. La sala da pranzo può ospitare fino a 40 persone, con tavoli rifiniti a mano, tovaglie di merletto veneziano e pavimento in marmo incassato.

Il ponte poppiero ha una piscina all’aperto con pavimentazione in mosaico, che premendo un pulsante può essere trasformata in pista da ballo, mentre il ponte panoramico ha una piattaforma per l’appontaggio di un elicottero. In occasione di cerimonie, gli spazi interni possono ospitare circa 100 invitati, che possono arrivare a 250 sfruttando gli spazi esterni.

Potrebbe anche interessarti