MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Rubano dall’auto tutti i ricordi olimpici, la medaglia d’argento Zazzeri: “Sono disposto a pagare”

zazzeri ricordi olimpiciDalla gioia alla disperazione. Lorenzo Zazzeri lancia un appello ai ladri, affinché possano restituirgli degli oggetti che per lui hanno un valore affettivo enorme. Il nuotatore, medaglia d’argento a Tokyo 2020 nella staffetta 4×100 stile libero, era da poche ore tornato in Italia. Con la medaglia al collo aveva deciso di fermarsi a Firenze per riabbracciare gli amici di una vita e scattare con loro qualche foto. Ma mentre si trovava all’interno della piscina alcuni malviventi hanno sfondato il vetro della sua auto rubando tutto ciò che c’era al suo interno.

L’appello dell’argento Zazzeri: “Ridatemi i miei ricordi olimpici”

Come spiegato sui social da Lorenzo Zazzeri, la macchina conteneva un borsone con tutti i ricordi olimpici e filmati della carriera del nuotatore:

AIUTATEMI A RITROVARE I MIEI RICORDI. Oggi, 3 agosto, verso le 13:30 hanno sfondato il vetro della mia auto di fronte alla Piscina Bellariva di Firenze. Mentre ero passato a salutare i miei compagni di squadra, rubando i ricordi delle mie Olimpiadi, compresa la GoPro e l’ipad con tutti i video delle Olimpidi ed i souvenir per la mia famiglia. Faccio un appello ai ladri, se mai leggerete tutto questo, vi chiedo di restituire i miei ricordi alla Piscina di Bellariva e tenervi tutto ciò di materiale che possa servirvi. Sono distrutto, Fate girare. Grazie“.

Per fortuna i ladri non hanno portato via la medaglia d’argento che, al momento del furto, era al collo di Lorenzo. Il nuotatore aveva scritto sui social che era disposto anche a pagare per riavere i suoi ricordi, una frase che forse anche sotto consiglio delle forze dell’ordine è stata poi rimossa. Zazzeri in una storia ha poi spiegato:

Grazie per tutte le condivisioni. Non avete idea del danno morale che ho subito. Spero che i ladri abbiano un ripensamento anche se la vedo dura, vi terrà aggiornati sugli sviluppi“.

BRONZO PER IRMA TESTA A TOKYO 2020

Potrebbe anche interessarti