MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Reddito Cittadinanza, Governo verso nuovi parametri: spunta la formazione obbligatoria

Il Governo sembrerebbe orientato a rivedere la misura del Reddito di Cittadinanza, introducendo tra i nuovi parametri necessari per ottenere il beneficio quello della formazione obbligatoria. E’ quanto trapela dalle anticipazioni fornite da ‘SkyTg24’ in attesa del dossier che ben presto sarà al centro della discussione dell’esecutivo.

Reddito di Cittadinanza verso nuovi parametri: l’ipotesi della formazione obbligatoria

Diversi sono stati gli esponenti politici che hanno sollevato la polemica relativa al sussidio in quanto spesso viene percepito indebitamente da chi in realtà non dovrebbe averne diritto. Resta, tuttavia, ugualmente doveroso sostenere parte della cittadinanza segnata da un reale bisogno. Di qui l’ipotesi di mantenere attivo il Reddito ma rivedendone i parametri.

La misura, dunque, ben presto potrebbe subire delle modifiche ed attualmente il Governo sembrerebbe orientato ad introdurre la leva della formazione obbligatoria, soprattutto per chi non possiede titoli di studio adeguati, in modo tale da agevolare il reale scopo del sussidio: quello di garantire un’occupazione a chi ne trae beneficio.

Lo stesso Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, più volte si è mostrato favorevole ad una revisione del Reddito. Evidenziando il problema della carenza di lavoratori stagionali, infatti, aveva dichiarato: “Il Reddito di Cittadinanza ha prodotto delle distorsioni. Sono assolutamente d’accordo a dare un reddito a chi non ha il pane ma non sono d’accordo a tollerare degenerazioni e parassitismi. Molti che percepiscono il reddito non sono più disponibili a fare gli stagionali e magari vanno a fare pure il lavoro in nero per non perderlo”.

 

Potrebbe anche interessarti