MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Covid, il 90% dei ricoverati in terapia intensiva non sono vaccinati

terapia intensiva vaccinatiCon la quarta ondata di covid ormai in corso, in Italia continuano ad aumentare i ricoveri in ospedale, sia nei reparti ordinari che in rianimazione. Al riguardo però abbiamo un’informazione importante: il 90% di coloro che sono ricoverati in terapia intensiva non sono vaccinati. Lo afferma Giovanni Migliore, presidente della Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere (Fiaso), a RaiNews:

I responsabili delle terapie intensive ci dicono che quasi tutti i loro pazienti affetti da Covid – il 90 per cento – non sono vaccinati, e ciò conferma che il vaccino è l’arma più efficace a nostra disposizione per contrastare la pandemia e i suoi effetti peggiori“. Così Giovanni Migliore ha commentato la diffusione crescente di dati relativi alla ripresa dei contagi e dei ricoveri per Covid-19.

Le Aziende sanitarie pubbliche sono impegnate in questi giorni a vaccinare le fasce di popolazione ancora non immunizzate, ricorrendo alle iniziative più varie per raggiungere gli italiani anche nei luoghi nei quali trascorrono le vacanze. Il lavoro intenso del management della sanità italiana ad agosto ci metterà al riparo grazie a soluzioni organizzative e gestionali innovative, da scenari peggiori nel prossimo autunno.

L’allarme lanciato da più parti sulla ripresa dei ricoveri, alcuni gravi, tanto da richiedere il ricorso alla rianimazione, conferma la necessità di non abbassare la guardia e di proseguire con determinazione nella campagna di vaccinazione“, conclude il presidente della Fiaso.

Il fatto che vi sia una maggioranza di non vaccinati in terapia intensiva rappresenta un’ulteriore motivo per fare la propria parte e aderire alla campagna vaccinale. Da questo punto di vista la città di Napoli si sta mostrando ancora una volta virtuosa, con gli Open Day promossi dall’Asl e le numerose iniziative per incentivare la popolazione a immunizzarsi.

Potrebbe anche interessarti