MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

A Napoli si prevede la storia: Rosalia Porcaro è Assundham, donna di Kabul

Uno sketch del 2012 che sembra prevedere quello che sarebbe accaduto di lì a poco più di 9 anni. La bravissima comica napoletana, Rosalia Porcaro, ha interpretato Assundham, donna di Kabul al programma “Un due tre stella” di La7.

Dall’Afghanistan per dar voce alle donne, non solo quelle occidentali, Assundham fu ospite del programma di Sabina Guzzanti. Una scenetta comica più che mai attuale, che con vena ironica ha saputo raccontare il dramma che hanno vissuto e che vivono ancora oggi le donne afghane.

Una vita di restrizioni, prima con l’invasione americana e poi oggi con il ritorno del regime talebano. Le donne e i bambini sono quelli più minacciati dalla politica attuale di Kabul.

Rosalia Porcaro, comica napoletana

Nata a Casoria, è diventata famosa interpretando il personaggio di “Veronica” nel programma regionale TeleGaribaldi, ma la notorietà nazionale arriva soprattutto con programmi televisivi trasmessi dalla Rai come ConvenscionSuperconvenscion e L’ottavo nano, in cui interpreta il personaggio di “Natascha”; partecipa inoltre a Markette di LA7, e il programma radiofonico Pelo e Contropelo su Radio Kiss Kiss. Nel 2002 realizza e interpreta per il programma televisivo Palcoscenico un adattamento del monologo Una donna sola, scritto da Dario Fo e Franca Rame, che va in onda su Rai 2 il 2 febbraio alle ore 23:55.

Nel 2010 partecipa ai programmi comici Zelig, in onda su Canale 5, Stiamo tutti bene su Rai 2 e alle fiction Notte prima degli esami. Il 1º maggio 2012 partecipa nel ruolo di Elena, moglie del ragioniere Luigi Iannello, alla commedia di Eduardo De Filippo Sabato, domenica e lunedì, andata in onda su Rai uno con la regia di Massimo Ranieri e Franza Di Rosa.

Assundam, il personaggio che interpreta nel video, è una tipica donna afgana (ma con un forte accento partenopeo) che ironizza sulla “democrazia della guerra” parlando della sua vita sotto il velo. Assundam era nel cast delle ultime edizioni di “Zelig Circus” e “L’ottavo nano”.

Potrebbe anche interessarti