MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Asl Napoli 2: il 96% dei ricoverati per Covid non è vaccinato

Il 96% dei ricoverati per Covid nel territorio dell’Asl Napoli 2 non è vaccinato. Lo ha detto Antonio D’Amore, direttore generale dell’Asl Napoli 2 Nord, nel corso della trasmissione Barba&Capelli su Radio Crc: “A Pozzuoli il reparto Covid non ha mai chiuso, da 24 a 36 posti. Oggi sono tutti occupati, 23 sono no vax e uno solo è vaccinato. Se confrontiamo la stagione turistica di Ischia del 2020 con quest’anno abbiamo visto che su 300mila c’è stato un picco con 300 contagi che paragonato alla popolazione residente è basso: il 75% degli ischitani è vaccinato”.

Vaccinate 8 persone su 10 dall’Asl Napoli 2

La percentuale di popolazione è comunque molto alta, quasi 8 persone su 10 sono state immunizzate: “Abbiamo messo su un’altra iniziativa. Da giugno stiamo pensando a qualsiasi modo per vaccinare, dalla movida ai lidi e oggi siamo davanti le scuole. Abbiamo impostato la campagna con la prossimità e siamo andati molto bene. Abbiamo 670mila persone con doppia dose e manca poco per l’80% di popolazione vaccinata”.

LEGGI ANCHE – Variante Mu sotto osservazione: potrebbe resistere al vaccino

Poi ha aggiunto: “Oggi il primo obiettivo è quello di vaccinare i ragazzi. Non possiamo però giocare solo sui giovani, i nostri hub sono aperti anche per quelle fasce d’età che non si sono avvicinate ancora ai vaccini. Abbiamo la possibilità di dare Pfizer e Moderna a tutti e vedere 40-50enni non ancora vaccinati lascia perplessi. Il mio appello è quello di correre a vaccinarsi. In Italia abbiamo fatto 40 milioni di vaccinazioni”.

Riprese le prestazioni sanitarie

Infine, il dirigente sanitario sottolinea: “Abbiamo ripreso le prestazioni sia per il pubblico che per il privato convenzionato. Ci fa piacere perché quest’ultimo è un prolungamento di un’assistenza ed è importante perché con il Covid-19 molte attività si sono interrotte. Potremmo metterci tutto alle spalle facendo il vaccino. Ricordiamo la campagna degli screen oncologici che abbiamo ripreso e infatti faccio un appello a venire presso i nostri centri: sono esami totalmente gratuiti”.

Potrebbe anche interessarti