MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Ristoratore del Nord cerca camerieri, l’annuncio: “Meglio veneti, lavorano di più”

Sta facendo il giro del web l’annuncio di lavoro di un restaurant manager di Fossò, Alberto Michieli, che inserisce tra i requisiti preferenziali previsti, per l’assunzione di camerieri e altre figure, l’appartenenza al territorio del Veneto. Una richiesta che fa discutere in quanto motivata dal fatto che, a sua detta, i veneti in campo lavorativo risulterebbero migliori di tutti gli altri italiani.

Annuncio di lavoro per camerieri: “Preferibilmente del Veneto perché lavorano di più”

Dal testo dell’annuncio, diffuso da ‘Il Gazzettino’, si legge: “Cerco per conto del gruppo internazionale ‘Orange Hospitality’ ragazzi italiani, talentuosi ed intraprendenti, per sala ristorante, cucine e bar, disposti a trasferirsi a Londra. Possibilmente veneti perché hanno una marcia in più”.

Michieli ritiene di aver constatato sul campo la ‘superiorità’ dei suoi concittadini, confermando il fatto che ‘lavorano di più’: “Durante tutta la mia carriera ho avuto modo di conoscere e lavorare con persone di diverse nazionalità ed etnie. Sono orgoglioso di poter dire che i veneti sono i migliori al mondo in tale campo. Pur sapendo di correre il rischio di essere contestato, ribadisco che hanno una marcia in più rispetto a tutti gli altri. Per questo prediligerò le domande di ragazzi della mia Regione”.

Un criterio che sembra rimarcare quel divario che ancora affligge il territorio italiano e che, spesso, sfocia in accuse di inferiorità rivolte al Sud. Basti pensare alle parole del noto giornalista Massimo Fini che aveva sostenuto addirittura la necessità di introdurre una disparità di trattamento, in ambito lavorativo, tra Nord e Sud sostenendo: “I meridionali non possono essere trattati come i settentrionali che lavorano 15 ore al giorno”.

 

Potrebbe anche interessarti