Covid, il virus da pandemico sta diventando endemico: che cosa significa

Prosegue l’emergenza covid ma sembra essere vicino un punto di svolta grazie ad una nuova fase del virus che, stando alle parole degli esperti, sta diventando endemico. Ciò introduce una nuova visione dell’infezione associata ad una gestione diversa che, nel tempo e unitamente agli effetti della campagna vaccinale, favorirà un progressivo ritorno alla normalità.

Covid, il virus sta diventando endemico: cosa cambia

Sono sempre più gli esperti che evidenziano il cambio di rotta del virus che sembra abbandonare sempre più le caratteristiche di una pandemia per avvicinarsi a quelle dell’endemia. Una trasformazione già descritta dal sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, e confermata da altri esponenti del mondo scientifico.

Tra questi Pierluigi Lopalco, epidemiologo e assessore alla sanità della Puglia che, rivolgendosi all’Adnkronos Salute, ha dichiarato: “Sull’andamento dell’epidemia da Covid mi sento di essere cautamente ottimista. Il virus sta progressivamente diventando endemico, non più pandemico”.

Attualmente, infatti, con una campagna vaccinale ormai pienamente avviata, la pandemia che ha messo in ginocchio il mondo intero sta finendo per assumere sempre più i tratti di un’endemia. Con tale termine si designa una costante presenza di contagi ma in numero inferiore e totalmente gestibili.

I sintomi del covid diventeranno sempre più blandi, limitando non solo i ricoveri ma anche i decessi. Si tratta di una situazione già in parte riscontrabile, grazie alle percentuali di vaccinazione raggiunte nel nostro Paese. Il Covid, dunque, non scomparirà da un giorno all’altro ma aprirà la strada a nuove forme di convivenza con un virus che circolerà in modo sempre più controllato, senza più picchi e con un tasso di mortalità che diventerà pari o inferiore a quello di una comune influenza.

Potrebbe anche interessarti