DeMa libera la scrivania, via corni e Pulcinella: “Non potevo farli trovare a Manfredi”

Dopo il video di addio alla città di Napoli, il sindaco uscente, Luigi de Magistris, si prepara a liberare la sua scrivania, più volte oggetto dell’attenzione dei media per la presenza di vari oggetti, portafortuna e statuette.

Napoli, Luigi de Magistris libera la scrivania per Manfredi

De Magistris si prepara a lasciare il suo posto a Manfredi, nuovo sindaco di Napoli. A tal proposito, intervenuto a ‘Un giorno da pecora’ su Radio 1, ha dichiarato: “Formalmente sono ancora sindaco perché non c’è stata la proclamazione, lo scambio di consegne avverrà il prossimo venerdì. Io sto in ufficio perché faccio formalmente ancora il sindaco, ci sono ancora carte urgenti da firmare quindi sto ancora qua”.

Quanto al nuovo eletto ha commentato: “A Napoli si è chiusa un esperienza rivoluzionaria. Ora dopo la rivoluzione c’è la restaurazione. Sul sindaco non ho nulla da dire ma mi sembra che comincia non libero. Ha troppe persone che gli mettono, anche sulle fotografie, le mani sulle spalle. La cosa più bella è essere liberi, quando chi ti copre le spalle ti condiziona e ti mette al guinzaglio non ci sono mai buoni auspici soprattutto per una città come Napoli”.

“Io da napoletano mi auguro che vada bene ma dal punto di vista politico non mi piace veder dentro la ex Forza Italia, ex Lega, sinistra di un certo tipo, 5 stelle che non si capisce più cosa sono, De Luca, c’è di tutto. La vedo complicata”.

Intanto l’ex sindaco ha già provveduto a liberare l’ufficio per accogliere il nuovo eletto:Ho dovuto liberare la scrivania, non ho più cornetti né niente. In tasca ne ho sempre uno piccolino ma ora viene il nuovo sindaco non gli potevo far trovare Che Guevara, l’agenda rossa di Borsellino. Non so se sono compatibili con il suo modo di essere. Ora è una composizione tra ex Lega, ex Forza Italia, 5 Stelle che non si sa più che cosa sono, non vorrei che manco entrava e diceva ‘ma come hai il cornetto, Lampedusa, Che Guevara?’. Devo pensare a un trabocchetto innocuo, uno scherzetto”.

Potrebbe anche interessarti