Pozzuoli, ricoverata per frattura: i parenti cercano di strangolare un medico

Pozzuoli. Ennesima aggressione ai danni di un medico del Pronto Soccorso.

Pozzuoli, l’aggressione al Pronto Soccorso

Come denuncia la pagina dell’Associazione Nessuno Tocchi Ippocrate, ieri mattina all’ospedale di Santa Maria delle Grazie a Pozzuoli una ragazza è stata ricoverata per una frattura al gomito dopo un incidente e un parente ha aggredito un medico tentando di strangolarlo.

Cerca di strangolare il medico di Pronto Soccorso! – denunciano – Accade stamattina alle 7.00 al Pronto soccorso del , una ragazza viene ricoverata per frattura del gomito sequenziale ad incidente stradale, codice verde. I parenti chiedono in maniera insistente informazioni sulle condizioni cliniche della giovane. È bastata una richiesta di moderazione da parte del medico a far scattare l’aggressione, un parente afferra il medico mettendogli le mani al collo……fortunatamente interviene l’unica guardia giurata presente a placare gli animi.
L’energumeno viene identificato dalle forze dell’ordine e la magistratura ha chiesto i video delle telecamere di sorveglianza“.

Aggressione al 118 del Chiatamone

Purtroppo non è la prima aggressione ad un medico o sanitario. La stessa associazione denunciò qualche mese fa una vera e propria aggressione fisica contro l’equipaggio del 118 del Chiatamone. Resta l’amarezza del personale sanitario, oggetto di continui attacchi che spesso sfociano in veri e propri atti di violenza. Queste le parole del medico che ha vissuto in prima persona tale scempio: “Dopo 19 anni di servizio ho ricevuto la mia prima aggressione. Vorrei andare via, sono stanco”.

Potrebbe anche interessarti