Napoli, stretta in arrivo sui cortei No Green Pass. Il prefetto: “Bisogna tener conto degli interessi sanitari”

Con l’annuncio della stretta, da parte del Viminale, sui cortei dei no vax e no Green Pass anche la città di Napoli si avvia verso nuove limitazioni con il nuovo prefetto Claudio Palomba. E’ prevista domani la riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per discutere delle eventuali zone limitate ai cortei oltre che dei temi della legalità e della movida.

Cortei no Green Pass a Napoli: verso nuove limitazioni

Già a partire da sabato dovrebbero essere attuate alcune misure limitative. Stando alle anticipazioni fornite da ‘Il Corriere della Sera‘ le piazze del centro e le vie principali dello shopping, da Chiaia a Toledo, potrebbero essere interdette ai cortei di coloro che si oppongono al Green Pass e al vaccino anti-covid.

Le decisioni saranno confermate nel corso della riunione prevista per domani mattina a Napoli, con il primo atto ufficiale del nuovo prefetto. Proprio quest’ultimo ha spiegato: “Ci siamo confrontati con il Questore per le manifestazioni già annunciate. Si possono emettere delle prescrizioni piuttosto che divieti. Bisogna tener conto del diritto a manifestare ma anche degli interessi sanitari”.

“Bisogna considerare anche le richieste avanzate dai rappresentanti dei commercianti che risentono degli effetti dei blocchi del centro della città e che dopo due anni di grandi difficoltà vorrebbero poter lavorare con ritmi regolari” – ha concluso.

Al centro della discussione ci sarà anche il problema della movida. Sia il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, che l’assessore alla Polizia Municipale e alla Legalità, Antonio De Iesu, hanno annunciato l’introduzione di un nuovo sistema di regole per frenare i comportamenti irresponsabili non solo dei giovani ma anche degli esercenti che non rispettano le regole.

Potrebbe anche interessarti