Ospedale di Pozzuoli, 4000 pazienti salvati da infarto in 5 anni

4000 cuori salvati all’Ospedale di Pozzuoli Santa Maria delle Grazie. L’equipe del laboratorio di emodinamica “soffia 4000 candeline”, tante quante sono le procedure portate a termine da questa Unità a partire dal luglio 2017, data di avvio delle attività.

In questi anni – scrive l’Asl Napoli 2 Nordil gruppo di lavoro si è arricchito di professionalità giovani ma con grande esperienza, lavorando h24 per 365 giorni l’anno, intervenendo in centinaia di casi anche durante l’infarto in corso”.

“Il laboratorio di emodinamica – continua – guidato da Marco Boccalatte, inserito nel reparto di Cardiologia-UTIC diretto da Gerolamo Sibilio, ha lavorato anche nel pieno dell’emergenza Covid.
In diverse occasioni medici, infermieri e tecnici sono intervenuti su pazienti positivi al Covid, effettuando le procedure, indossando le protezioni contro il contagio.
Per potenziare ulteriormente le attività del laboratorio di emodinamica, il Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli nel prossimo futuro raddoppierà le sale destinate ad effettuare tali procedure”.

Ospedale di Pozzuoli, certificazione Bureau Veritas

Lo scorso ottobre il reparto di oncologia dell’Ospedale Santa Maria delle Grazie ha ricevuto la certificazione di qualità di un Ente Internazionale. L’oncologia di Pozzuoli è il primo reparto ospedaliero di un’Azienda Sanitaria Locale campana a ricevere la certificazione di qualità da parte di un Ente di Certificazione Internazionale.

Il riconoscimento del prestigioso Ente Francese Bureau Veritas è arrivato al termine di un percorso durato un anno. Esso garantisce l’omogeneità e la qualità delle procedure adottate dal reparto diretto dal dottor Gaetano Facchini.

Potrebbe anche interessarti