Le Figaro, l’appello di Josi: “Non serve indignarci e basta, Napoli va migliorata”

josi le figaroNapoli è il terzo mondo d’Europa“: questa frase della giornalista francese Valérie Segond è rimbalzata sui quotidiani nazionali e ha suscitato commenti di ogni genere. Anche il sindaco di Bacoli, Josi Gerardo della Ragione, ha espresso la propria opinione, non solo sull’articolo di Le Figaro ma anche sulle polemiche sterili che sono seguite.

E se invece di indignarci soltanto quando, dall’Europa, descrivono Napoli come ‘città del terzo mondo’, provassimo anche a fare qualcosa di concreto per dimostrare che ‘questo stereotipo’ non è vero?”, dichiara Josi sul reportage di Le Figaro.

E non parlo del fascino del Vesuvio, della pizza, del presepe, della canzone o dell’eclettismo sociale del popolo napoletano. Non parlo della storia millenaria e della cultura cosmopolita del nostro Sud. Ma della capacità di rendere più vivibili le nostre terre. Parlo, più semplicemente, della necessità di offrire ai nostri giovani la possibilità di restare nella loro Napoli. Senza essere costretti a scappare”.

Questo dovremmo fare. Appunto, fare. Indignarci, anche un po’ con noi stessi. Istituzioni e cittadini. Perché ognuno deve fare la propria parte. Perché ognuno può fare di più. Perché non è vero che, qui da noi, va tutto bene. E non sempre è colpa degli altri. Napoli va difesa, va migliorata. Napoli va meritata. Anche da noi”, conclude il primo cittadino.

Un appello, quello di Josi Della Ragione, che si sta realizzando concretamente prima di tutto nella sua terra, a Bacoli. Basti pensare agli ultimi interventi messi in atto per migliorare la città: dal rifacimento dell’asfalto al Faro di Miseno, uno dei punti panoramici più belli del Napoletano, alla messa in sicurezza della costa dei Campi Flegrei.

Potrebbe anche interessarti