Regione Campania. Mascherine obbligatorie anche all’aperto, controlli serrati

L’uso delle mascherine anche all’aperto è obbligatorio in Campania da sempre, sin dall’inizio della pandemia, e non è mai stato revocato.

Mascherine obbligatorie all’aperto: controlli serrati

E’ quantomai necessaria in questa fase l’osservanza dell’ordinanza, e soprattutto la messa in atto concreta di controlli rigorosi da parte di forze dell’ordine e polizie municipali nei confronti di chi non indossa i dispositivi di protezione delle vie respiratorie.

Si ricorda che vige l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto e in tutte le zone in cui si determina un’affluenza di persone tale da non garantire il distanziamento interpersonale – quali vie dello shopping, luoghi di aggregazione, mercati, mercatini natalizi, fiere, esposizioni e qualsiasi altro evento organizzato per le festività natalizie all’aperto, e comunque ovunque si configurino assembramenti o affollamenti.

Covid, aumentano i contagi a Napoli

Intanto aumentano i contagi in Campania e a Napoli. Nella giornata di ieri i nuovi positivi in città hanno toccato quota 257 (di cui 118 vaccinati, 8 con una sola dose, 1 con la terza dose e 109 con due dosi). Nella mappa dei contagi di Napoli, invece, è il quartiere di San Carlo all’Arena quello più colpito dalla quarta ondata, con un’incidenza di 221 contagi ogni 100.000 abitanti.

I contagi aumentano rapidamente anche a Chiaiano (169 al 28 novembre) e nei quartieri della periferia nord di Napoli. Una delle zone con la soglia più alta di casi covid è quella di Vicaria (178). I contagi appaiono in aumento anche nel quartiere Pendino (153) mentre Piscinola ha raggiunto in poco tempo i 214 casi ogni 100.000 abitanti, nonostante contasse pochissimi casi a inizio ottobre.