De Luca vieta aperitivi e feste, commercianti: “Ci hai tolto la dignità. Pagaci i danni”

vincenzo de lucaIl Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha annunciato l’introduzione di nuove misure restrittive in vista delle festività natalizie suscitando il disaccordo delle imprese, ancora una volta penalizzate dopo mesi di chiusure e limitazioni.

De Luca annuncia nuove misure, le imprese: “Saremo noi a pagarne le spese”

Il Governatore, infatti, nelle prossime ore firmerà due nuove ordinanze vietando la vendita di alcolici nella serata della vigilia di Natale oltre alle feste di Capodanno in piazza. Misure che andranno a limitare soprattutto le attività di bar e locali che, proprio durante i giorni di festa, si riempiono di clienti per i consueti brindisi.

Decisioni assunte per scongiurare il rischio di assembramenti ma che non sono state accolte positivamente dall’AISP, Associazione Imprese Salerno e Provincia, che facendosi portavoce dei disagi degli esercenti ha criticato le misure messe in campo dalla Regione.

“In un eventuale ordinanza restrittiva del Governatore De Luca dove si vieta la vendita al dettaglio di alcol o con la modalità ‘asporto’, la stessa restrizione deve essere applicata a supermercati, distributori self e simili per tutto il giorno. Con le folli restrizioni di non festeggiare in piazze all’aperto e di non poter consumare un drink all’aperto si incentivano i giovani a riunirsi in casa senza nessun controllo, consumando alcol e creando assembramenti” – scrive l’AISP.

Un provvedimento, dunque, che non frenerebbe le occasioni di aggregazione ma che, al contrario, finirebbe per spingere i giovani a prediligere i luoghi al chiuso, senza alcun controllo, aumentando dunque il rischio di diffusione del contagio.

“Ancora una volta saremo noi a pagarne le spese. Ci avete tolto la movida, la musica, i parcheggi, gli eventi, la libertà, il Natale, la dignità. Caro Governatore dato che è lei il padrone a casa nostra, dato che è lei che decide la nostra economia, ci paghi anche i danni, le perdite e le tasse” – concludono.

Potrebbe anche interessarti