Napoli, maniaco uccide cuccioli di cani e gatti.

Foto di Mauro Palumbo pubblicate da Il Mattino.jpg 2
Foto di Mauro Palumbo pubblicate da Il Mattino

A Napoli due speleologi dell’Associazione “Macchina del Tempo”, durante il servizio di pulizia di un canale di areazione di uno stabile del Centro storico, scoprono un cimitero di 18 scheletri e carcasse di cuccioli di cani e gatti.

Mauro Palumbo e Marco Ruocco di primo acchito, mentre risalivano il condotto, si sono imbattuti in una sorta di discarica abusiva, un’ostruzione di tanti piccoli sacchetti di plastica contenenti resti animali di piccoli cani e gatti. Si sospetta che le vittime siano state uccise per asfissia o abbandono, legati vivi nei sacchetti, e ammassati nella cavità.

Grazie alle foto del Palumbo a Il Mattino diffondiamo la notizia, secondo la quale, a Napoli, c’è un assassino seriale di cuccioli di cani e gatti.

Attenti al lupo? No, al maniaco!

Foto di Mauro Palumbo pubblicate da Il Mattino
Foto di Mauro Palumbo pubblicate da Il Mattino

Potrebbe anche interessarti