Napoli, il Prefetto annuncia stretta su movida: “Bar e locali chiuderanno presto”

In arrivo una stretta sulla movida. Ad annunciarlo è il Prefetto di Napoli Claudio Palomba in un’intervista al Gr1.

Prefetto di Napoli, annunciate strette sulla movida

Come riporta Repubblica.it, il prefetto lo ha detto il giorno dopo il duplice omicidio di camorra a Scampia affrontando la questione sicurezza in città.

Con il sindaco stiamo verificando l’attuabilità di una regolamentazione degli orari di chiusura notturna dei locali pubblici, anticipando quelli di bar e luoghi di ritrovo. Giovedì in prefettura si riunisce il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica“. Ha detto Claudio Palomba.

Oramai – prosegue – ci sono due sodalizi mafiosi e una bassa camorra che domina sotto il profilo di presenza sul territorio”, ha aggiunto il prefetto sottolineando che le faide tra clan sono riprese per il dominio assoluto delle piazze di spaccio della droga. “E’ indispensabile rafforzare i sistemi di vigilanza delle zone maggiormente critiche, da Ponticelli a Miano, da Secondigliano a Scampia, ma non è immune dalla criminalità neanche il centro della città”.

Nella lotta alla camorra è fondamentale il controllo del territorio“, conclude.

Doppio omicidio di camorra

Due persone sono state uccise a Napoli ieri pomeriggio. L’episodio è avvenuto in un parco privato del rione don Guanella, nella zona periferica tra Miano e Scampia.

Il fatto che il duplice omicidio sia avvenuto in quella zona porta a pensare che rientri in una logica di lotta tra clan di camorra. Il rione è infatti da tempo conteso da fazioni malavitose avverse. Sul caso sta indagando la Polizia di Stato.

Rissa tra giovani

Un altro episodio che ha indignato il web è la rissa tra giovani a colpi di casco avvenuta sabato sera nel centro di Napoli. Sabato notte, all’esterno dell’Università Orientale di Napoli, c’è stata una rissa tra due gruppi di giovani a colpi di casco. Le immagini hanno fatto il giro del web e sono state diffuse dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.

Potrebbe anche interessarti