De Luca: “Attenti quando apriamo le braccia ai profughi. Dovranno stare in quarantena per non portare varianti covid”

de luca profughiIl governatore della Campania Vincenzo De Luca nella sua consueta conferenza stampa ha dedicato un’ampia apertura alla guerra tra Russia e Ucraina. L’auspicio è quello di trovare una via diplomatica che porti alla pace.

DE LUCA SULLA GUERRA IN UCRAINA

Queste le parole di De Luca che si schiera contro l’arrivo di armi:

La situazione in Ucraina va aggravandosi e le immagini che arrivano sono drammatiche. Ci auguriamo che mentre si sviluppano le azioni militari ci sia anche qualcuno che lavori ad una diplomazia riservata, sotterranea, per trovare una via di uscita. È stato un fatto positivo che le due delegazioni, di Ucraina e Russia, si siano incontrate per decidere l’apertura dei corridori umanitari. Ma la priorità che abbiamo oggi è il cessate il fuoco, non credo che lo avremo a brevissimo. La Russia cercherà di occupare tutta la fascia orientale dell’Ucraina e poi discuterà su un cessate il fuoco. Quelli che pagano sono i civili, le donne, gli anziani, i bambini

Nessuno è senza colpa. Non so quanto sia utile interrompere legami con la cultura, se anche su questo piano, sul teatro, lo sport, affinché favorire il dialogo favoriamo gli ultimatum. Non aiutiamo la battaglia per la pace. Non capisco perché non far partecipare atleti russi alla paraolimpiadi, una scelta del tutto ingiustificata. Se rifiutiamo la collaborazione di un esponete musicale perché non parla della guerra, non possiamo chiedere allora di far venire in Italia esponenti della Cina popolare che ha politiche di repressione inimmaginabile. Stiamo attenti a non scivolare sul piano delle semplificazioni.

Putin e la Russia hanno commesso errori gravissimi. Hanno puntato sulla divisione dell’Europa che per una volta è stata unita, anzi ha favorito l’unità europea. La Germania ha deciso il riarmo, il 2% del suo Pil in spese militari. Dobbiamo fare molta attenzione e riuscire a pensare in anticipo a quello che succederà. C’è stato il consenso dopo il muro all’unificazione tedesca vincolando la Germania ad entrare nell’Unione Europa e nell’euro. Stiamo attenti, stiamo iniziando a imboccare una strada pericolosa. Magari non oggi ma sul medio periodo. Un errore drammatico della Russia ha determinato la rottura di tutti gli equilibri. Lavoriamo noi occidentali per trovare la via d’uscita ed evitare un bagno di sangue ancora più drammatico rispetto ad oggi“.

DE LUCA SUI PROFUGHI IN CAMPANIA

Come voluto dal governante De Luca, i profughi arriveranno al covid center dell’ospedale del Mare convertito in centro di accoglienza.

Abbiamo già oggi in Campania l’arrivo di centinaia di profughi. Dobbiamo garantire che sul piano sanitario non ci siano diffusioni di contagio, purtroppo sia in Russia che in Ucraina la popolazione che si è vaccinata contro il covid è del 35%. Abbiamo molti non vaccinati. Nel momento in cui apriamo le braccia ai profughi, come è doveroso fare, dobbiamo stare attenti. Quelli che arrivano in Campania dovranno stare in quarantena e iniziare una campagna di vaccinazione per evitare che arrivino varianti covid che non conosciamo. Non avremmo mai voluto vivere le giornate che stiamo vivendo. dobbiamo fare di tutto per ritrovare la strada del dialogo e della pace con l’uso della Ragione e cercando di guardare negli anni futuri a quello che può succedere. Non credo sia una priorità estendere l’alleanza atlantica ovunque, la priorità è la pace e il cessate il fuoco. Speriamo che nel giro di pochi giorni si possa arrivare ad un cessate il fuoco“.

Potrebbe anche interessarti