Quarta dose, l’Aifa frena sull’estensione della platea: chi dovrà farla

costa terza doseLa Commissione tecnica scientifica dell’Aifa si è riunita questa mattina per valutare l’eventuale estensione della quarta dose agli over 70. Stando a quanto apprende l’Adnkronos Salute si è deciso di mantenere invariate le indicazioni sul quarto richiamo prevedendone la somministrazione, almeno per il momento, soltanto ai soggetti immunodepressi.

Aifa su quarta dose: la decisione sugli over 70

Era stata ipotizzata la possibilità di coinvolgere nella campagna dedicata alle quarte dosi anche le persone più anziane, dai 70 anni in poi, e la questione è stata affrontata nel corso dell’incontro avvenuto a Roma questa mattina. L’Aifa, non essendoci ancora evidenze sui rischi di malattia grave per la fascia d’età in questione, ha frenato su questa ipotesi di ampliamento.

Attualmente, dunque, non è prevista la somministrazione del quarto richiamo per gli over 70 che, invece, resta raccomandata alle persone fragili. Del resto anche il capo della strategia vaccinale dell’Ema (Agenzia Europea per i Medicinali), Marco Cavaleri, si era espresso sul tema evidenziando che sull’ipotesi di una quarta dose generalizzata ‘non ci sono prove sufficienti sull’ utilità’.

Al momento la campagna vaccinale per l’intera popolazione, eccetto gli immunodepressi, resta ferma al terzo richiamo ma non è del tutto esclusa la possibilità di sottoporre l’intera popolazione ad un’ulteriore dose o un vaccino annuale.

Già il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, si è detto favorevole all’introduzione della quarta dose per tutti sottolineando: “La quarta dose deve essere introdotta. Qualche decisione del Governo mi sembra un po’ avventata. Il Green Pass sui mezzi di trasporto deve essere mantenuto. Non è possibile che sui mezzi pubblici rompiamo le righe perché è evidente che se continuiamo così fra un mese dovremmo richiudere l’Italia”.

Potrebbe anche interessarti