Canone Rai, dal 2023 non si paga più in bolletta: come si pagherà

Addio al canone Rai dalle bollette dell’energia elettrica dal 2023. E’ quello che prevede un ordine del giorno presentato da Maria Laura Paxia (gruppo Misto) al decreto energia approvato oggi alla Camera.

Canone Rai, dal 2023 non si paga più in bolletta

Arriva quindi l’ok dal Governo – rappresentato in Aula da Vannia Gava, Sottosegretaria per la Transizione ecologica – come raccomandazione e poi accolto con riformulazione, prevedendo di “adottare misure normative dirette a scorporare dal 2023 il canone Rai“. Si dà “seguito all’impegno che l’Italia aveva con l’Unione europea di scorporare il canone Rai” in quanto “onere improprio“, dice Paxia.

Il canone Rai si paga in bolletta dal 2017, introdotto dal governo Renzi per contrastare l’evasione fiscale.

Con lo scorporo dalla bolletta a partire dal 2023, i fornitori di elettricità non dovranno più richiedere il pagamento tramite bollette. Così facendo, viene rispettato un vincolo imposto da Bruxelles al fine di stanziare i 239 miliardi del Pnrr.

Come si pagherà

Per la Commissione europea, il canone della televisione pubblica riscosso in bolletta penalizza “le bollette dell’energia che diventano più care impedendo ai cittadini di gestire in un altro modo il pagamento dell’imposta per la televisione pubblica”.

Dal 2023, quindi, ricomincerà ad essere pagato attraverso un documento separato dalla bolletta.

Potrebbe anche interessarti