Napoli, infopoint per turisti. Manfredi: “Primo passo. Mi scuso per i disservizi Anm”

Comune di Napoli

A Napoli sono stati augurati i primi 4 infopoint per l’accoglienza dei turisti che, come sottolineato dal sindaco Gaetano Manfredi, rientrano in un progetto più ampio di miglioramento dei servizi anche sul fronte dei trasporti e, in particolare, sulla situazione dell’Anm.

A Napoli i primi 4 infopoint, Manfredi: “Mi scuso per i disservizi Anm”

Quello degli infopoint è solo il primo di una serie di interventi programmati per migliorare e realizzare nuovi servizi destinati all’accoglienza attraverso lo stanziamento di 100 mila euro. I primi quattro punti mobili, con personale qualificato 7 giorni su 7 dalle ore 10:00 alle 19:00, sono stati installati in punti strategici della città: piazza del Plebiscito, stazione centrale, aeroporto e piazza San Gaetano.

“Mancavano gli infopoint da tantissimi anni e noi abbiamo voluto che ci fossero proprio in questo weekend che è il secondo di grande afflusso turistico nella nostra città. Arrivano tanti turisti, il 65% italiani ma il resto da tutta Europa. Si sta incrementandosi anche il mercato americano e giapponese” – ha dichiarato l’assessore al Turismo e alle Attività Produttive, Teresa Armato.

“Vedere Napoli con tutti questi turisti è una gioia straordinaria. Questo è solo il primo passo di un percorso orientato all’organizzazione strutturata dell’offerta e dell’accoglienza turistica. Punteremo all’informazione, accompagnamento, e servizi utilizzando al massimo anche il digitale” – ha commentato il sindaco Gaetano Manfredi.

“Abbiamo un progetto molto ben definito, servono risorse ma c’è un’idea chiara su come recuperarle. Il mio obiettivo è quello di utilizzare le risorse della tassa di soggiorno per destinarle a turismo, cultura e decoro urbano. Se le condizioni di bilancio lo consentiranno faremo questo” – ha continuato.

Resta il problema dei trasporti sia per i cittadini che per i turisti. Nel periodo pasquale nonostante l’imponente flusso turistico, la città partenopea non ha saputo accogliere nel migliore dei modi i visitatori dando prova, al contrario, dell’inadeguatezza del trasporto pubblico. Le diverse linee dell’Anm, infatti, proprio nei giorni di Pasqua e Pasquetta avevano limitato le corse in termini di numero e orari di chiusura.

Su tale punto e in particolare sulla situazione dell’Anm, che non confluirà nella holding regionale, il primo cittadino, rivolgendosi a ‘Il Corriere del Mezzogiorno’, ha sottolineato: “Mi scuso con chi sta vivendo questi disservizi, sia cittadini che turisti. Cercheremo di fare sempre meglio per avere una gestione all’altezza delle aspettative che l’amministrazione e le città hanno”.

“L’Anm è ancora in concordato preventivo, ha problemi di personale ma c’è un grande sforzo da parte dei lavoratori. Dobbiamo lavorare in positivo per dare le risorse giuste ad Anm per poter operare. Dobbiamo avere una capacità di gestione del servizio come standard di qualità di una città europea” – ha concluso.

Potrebbe anche interessarti