Rissa Marechiaro, la mamma del 16enne: “E’ stato sventrato. L’ho sentito gridare aiuto”

Il 16enne accoltellato la scorsa domenica a Marechiaro, insieme all’amico 17enne, ha subito un delicato intervento e ora può essere considerato fuori pericolo: ad aggiornare sulle sue condizioni, ricordando i tragici momenti di quel giorno, è la mamma.

16enne accoltellato a Marechiaro, la mamma: “L’ho sentito gridare aiuto”

Nel pomeriggio di domenica i due giovani sarebbero stati accoltellati a seguito di una lite sfociata per futili motivi. Una situazione degenerata quando i ragazzi del gruppo rivale avrebbero tirato fuori i coltelli ferendo con violenza i due minori per poi darsi alla fuga.

Loredana, mamma del 16enne ferito, in un’intervista rilasciata alla giornalista Melina Chiapparino de ‘Il Mattino’ ha raccontato: “Mi hanno telefonato alle 16:30 circa e ho sentito la voce di un signore che mi riferiva dell’arrivo di un’ambulanza perché mio figlio era stato ferito. Per un istante ho pensato si trattasse di un brutto scherzo, poi ho sentito mio figlio che gridava ‘mamma aiutami’ e le sirene dell’ambulanza. Mi è crollato il mondo addosso”.

Giunta all’ospedale Fatebenefratelli, insieme al marito, è riuscita a vedere il figlio: “Mi ha spiegato che stava solo cercando di separare alcuni ragazzi che avevano cominciato ad azzuffarsi. Stava difendendo un suo amico che era stato aggredito. All’improvviso si è ritrovato accoltellato all’addome. Non si è trattato di una semplice coltellata, praticamente è stato sventrato”.

Minori accoltellati a Marechiaro, preso il figlio di un boss

Stando al racconto di alcuni testimoni il tutto sarebbe partito per uno sguardo di troppo rivolto alle ragazze che accompagnavano il 16enne e il 17enne. I due avrebbero tentato di difenderle dalle avances, probabilmente accompagnate da commenti eccessivi, e dalle occhiate di alcuni giovani. Di qui sarebbe sfociata la violenta rissa.

“Mio figlio era uscito poco dopo le 15:00, accompagnato da uno dei genitori degli altri amici, per trascorrere una semplice giornata al mare. Non è accettabile che un gruppo di minori debba subire un’aggressione così violenta. Non posso credere che avrei potuto perdere mio figlio. Adesso va fatta giustizia. Non si tratta di un taglio ma di una coltellata che ha letteralmente sventrato l’addome di un 16enne che non aveva fatto nulla. Lui è un bravo ragazzo che non si è mai cacciato nei guai” – ha concluso.

Potrebbe anche interessarti